F1, Max Verstappen non getta la spugna: arriva l’avviso per Leclerc

Il pilota della Red Bull Racing, Max Verstappen, è ottimista in vista della gara. L’olandese sa che, ancora una volta, dovrà vedersela con Charles Leclerc.

Lo start in Australia, con le prime prove libere, ha messo in luce ancora una volta la sfida tra Ferrari e Red Bull Racing. Nella prima sessione, Max Verstappen ha chiuso al quarto posto, alle spalle dei due alfieri della Ferrari e del teammate Sergio Perez. Il messicano lo ha preceduto di un paio di decimi su gomma soft. Nelle FP2, l’olandese ha trovato un ottimo feeling con la sua RB18 e ha siglato il secondo miglior crono di giornata, preceduto da Charles Leclerc di soli due decimi e mezzo.

Max Verstappen (Ansa Foto)
Max Verstappen (Ansa Foto)

L’Australia rappresenta una tappa importante per i due rivali alla corona iridata. Il campione del mondo della Red Bull Racing ha bisogno di ripetere il successo in Arabia Saudita per accorciare le distanze dal monegasco. CL16 comanda la graduatoria a quota 45 punti, 20 lunghezze in più dell’olandese. La Rossa, dopo annate pessime, è tornata al vertice grazie all’introduzione delle auto ad effetto suolo. La Red Bull Racing è sembrata, sin qui, l’unica squadra in grado di tenere testa alla Ferrari.

Leclerc e Sainz sono, al momento, di un’altra categoria. I rispettivi compagni di squadra, Sainz e Perez, non hanno ancora trovato il medesimo feeling al volante delle nuove vetture. Per Il campione del mondo la stagione è iniziato con un mesto ritiro in Bahrain, quando occupava la seconda posizione. Leclerc ha così festeggiato il primo hat-trick della carriera, ma sette giorni dopo si è dovuto piegare al ritmo indiavolato di Max nel rapidissimo tracciato cittadino di Jeddah.

Le sensazioni di Max Verstappen

Alla vigilia del weekend, l’alfiere della Red Bull Racing è apparso molto carico e sicuro delle potenzialità della sua RB18. Il tracciato di Melbourne è stato modificato per risultare ancora più veloce e, per la prima volta nella storia della F1, ci saranno 4 zone DRS. In Arabia Saudita abbiamo già sottolineato quanto abbia fatto la differenza, con Max che è riuscito a prendere la scia di Charles e sopravanzarlo in curva 1. I due si sono scambiati posizioni più volte, regalando un grande spettacolo.

In Australia la situazione potrebbe ripetersi. La Ferrari a dimostrato nelle prove libere di volare, grazie alla straordinaria potenza del motore Superfast. In Red Bull sono consci del valore dell’avversario e non sono rimasti a guardare. Il team austriaco può fare affidamento su un campione in grado di lottare come un leone in ogni circostanza, andando a volte oltre i limiti tecnici del mezzo.

Max Verstappen per questo motivo non si è perso d’animo e predica ottimismo. Il campione del mondo si augura che i tecnici lavoreranno per trovare gli ultimi decimi necessari per giocarsi la pole position. La Ferrari sembra a suo agio su tutti i circuiti del calendario, mentre la Red Bull è costretta sempre ad inseguire nelle prime sessioni, per poi uscire alla distanza.

Ci è mancato un po’ di bilanciamento – ha annunciato Max Verstappen – siamo un po’ dietro rispetto alla Ferrari, ma penso che potremo avvicinarci. La macchina comunque è abbastanza stabile e nel corso della giornata l’abbiamo migliorata. Ora dobbiamo continuare così e fare del nostro meglio”. L’obiettivo dell’olandese è arrivare a giocarsi la vittoria domenica, proprio come accaduto a Jeddah.

Avevo sempre auto davanti nel giro veloce però ci è mancato bilanciamento nelle prove libere 1 e a inizio delle prove libere 2. Abbiamo cambiato poi per l’ultimo run ed è andata meglio. Siamo un po’ dietro alla Ferrari ma potremo avvicinarci ancora. Il long run è stato stabile, è andato bene e abbiamo migliorato. Erano miglioramenti necessari, la direzione è quella giusta e dobbiamo continuare. Speriamo di poter fare qualche piccolo aggiustamento ancora per domani. Penso sarà una lotta tra noi e Ferrari, loro sembrano molto forti, noi siamo lì e abbiamo altre cose da fare“, ha dichiarato l’olandese.