F1, Hamilton parla della MotoGP: ecco cosa ne pensa

Lewis Hamilton, sette volte campione del mondo di F1, è sempre stato un fan di Valentino Rossi e della MotoGP. Ecco il parere sulle due ruote.

F1 e MotoGP sono le categorie di maggior riferimento per quanto riguarda il panorama del motorsport. Spesso e volentieri, i piloti delle due discipline sono anche molto amici tra di loro, e presenziano alle gare dei loro colleghi per apprendere i segreti del mestiere e per seguire da vicino i bolidi nelle loro corse.

F1 Lewis Hamilton (ANSA)
F1 Lewis Hamilton (ANSA)

Lo scorso anno, ad esempio, Fabio Quartararo era ospite della Mercedes al Gran Premio di Abu Dhabi per sostenere Lewis Hamilton, impegnato nella battaglia mondiale poi persa contro Max Verstappen. Un grande fan della massima formula è anche Valentino Rossi, che apparve per la prima volta in un paddock nel Gran Premio d’Australia 2004, all’interno del garage della Ferrari.

Come ricorderete, il “Dottore” è stato protagonista di molti test a bordo della Rossa, proprio a cavallo tra il 2005 e la fine del primo decennio degli anni Duemila. La possibilità di vedere il pilota di Tavullia in F1 divenne molto concreta ad un certo punto, ma il #46 giallo più famoso del mondo optò poi per la permanenza in MotoGP.

Valentino Rossi ed Hamilton sono stati anche protagonisti di un evento organizzato da uno sponsor in comune presso il tracciato di Valencia alla fine del 2019, quando i due si scambiarono i propri mezzi sulla pista spagnola. Il sette volte campione del mondo del Circus salì in sella alla Yamaha M1 del “Dottore”, che a sua volta ebbe la possibilità di mettersi al volante della Mercedes W08 del 2017, con la quale il britannico vinse il suo quarto titolo mondiale.

Tra i due campioni c’è sempre stato un rapporto di grande amicizia, con il pilota di Tavullia che in occasione del GP di Abu Dhabi dello scorso anno dedicò un video-messaggio a Lewis per augurargli buona fortuna. La massima formula e la MotoGP sono la più grande espressione per quanto riguarda il motorsport, e gli appassionati spendono molto del loro tempo di fronte alla televisione per seguire i propri beniamini.

F1, ecco il parere di Lewis Hamilton sulla MotoGP

Lewis Hamilton è stato ospite di un suo sponsor negli ultimi giorni, concedendo anche un’intervista dove ha effettuato un paragone tra F1 e MotoGP. Il sette volte campione del mondo, protagonista di un avvio di stagione molto complicato, ha dato il proprio giudizio sul Motomondiale, definendolo ben più pericoloso ed “hardcore” rispetto alla disciplina dove gareggia lui.

Per quanto mi riguarda, penso che la MotoGP sia più hardcore: questi ragazzi, ad esempio, non indossano le cinture di sicurezza. Quando hanno un incidente, esso è molto grande. È molto, molto difficile per loro migliorare la sicurezza, quindi quel fattore di paura è sempre presente ed è lì da anni“.

La F1 è passata dall’essere una serie che era molto pericolosa ed in cui le persone perdevano la vita molto facilmente nel passato all’essere molto più sicura, e penso che si sia andati nella giusta direzione. Al contrario, guardare la MotoGP per me è un vero shock. Cavolo, questi ragazzi toccano delle velocità stratosferiche, vanno a 360 km/h alla fine del rettilineo che entra alla curva 1 del Mugello. Poi gli capita di soffrire degli highside, ed è snervante per loro“.

Impossibile dare torto ad Hamilton, dal momento che la sicurezza nelle due categorie non è neanche lontanamente paragonabile. Due anni fa, in Bahrain, la Haas di Romain Grosjean si trasformò in una palla di fuoco, ma il pilota ne uscì sulle sue gambe con solo qualche bruciatura. Qualche anno fa, per il francese non ci sarebbe stato scampo, mentre nelle moto la morte è sempre dietro l’angolo.