Sainz onesto a fine gara: rende merito a Leclerc e Verstappen

Carlos Sainz ha completato la festa della Ferrari in Bahrain, chiudendo al secondo posto. Lo spagnolo vuole fare un ulteriore passo avanti.

La Ferrari si gode una spettacolare doppietta nella notte di Sakhir, con Charles Leclerc trionfante davanti a Carlos Sainz. Il monegasco ha dominato sin dalla pole position, mentre lo spagnolo ha gestito a lungo la terza posizione sino ai giri finali. Subito dopo, è avvenuto il colpo di scena.

Sainz (ANSA)
Sainz (ANSA)

Chi temeva che la Red Bull di Max Verstappen avrebbe tentato un assalto disperato si è dovuto ricredere, dal momento che la F1-75 #16 è schizzata subito via alla ripartenza mentre quella del compagno di squadra ha subito assaltato il campione del mondo. Lo spagnolo non è riuscito a prendersi la posizione, ma poi ci ha pensato la fortuna ad aiutare, finalmente, il Cavallino.

Un sospetto problema al sistema del carburante ha costretto l’iridato al ritiro, cedendo il passo a Sainz per la doppietta della Ferrari. Anche Sergio Perez si è dovuto arrendere nel flop totale del team di Milton Keynes, regalando un insperato podio all’anonima Mercedes di Lewis Hamilton.

La festa, oggi, è tutta degli uomini in rosso, che dopo anni di umiliazioni, sofferenze e dolori sportivi hanno riportato in alto il mito italiano, nell’anno del 75esimo anniversario dalla sua nascita. Il prossimo appuntamento è fissato per domenica prossima, quando si correrà il Gran Premio dell’Arabia Saudita.

La pista di Jeddah, quest’anno, è stata resa ancor più veloce dalle modifiche fatte per migliorare la visibilità ai piloti. Questo significa che la sfida sarà ancora più accesa, dopo la splendida gara vissuta lo scorso anno. La Rossa, dopo questo dominio netto arriva da grande favorita, nella consapevolezza che i rivali della Red Bull dovranno rivedere qualcosa a livello di affidabilità.

Sainz, ecco le sue parole dopo il secondo posto

Carlos Sainz non ha mai avuto il passo di Charles Leclerc nel corso di questo week-end, ma ha comunque fatto il suo stando sempre davanti a Sergio Perez, ovvero il secondo pilota della Red Bull. Il pilota iberico non è apparso ancora in perfetta simbiosi con le nuove vetture, ma conoscendolo c’è da scommettere sul fatto che tornerà presto a giocarsela con il compagno di squadra.

Carlitos si è dimostrato molto aggressivo nel finale di gara, quando ha annusato la possibilità di scavalcare Max Verstappen. Il problema tecnico sulla monoposto dell’olandese gli ha dato una bella mano, ma Sainz aveva dato la sensazione di poterlo comunque attaccare anche senza il guaio di affidabilità.

Lo spagnolo ha parlato ai microfoni di “SKY Sport F1” al termine della gara, raccontando le sue sensazioni: “Prima di tutto, vorrei fare le giuste congratulazioni a Charles. La Ferrari è tornata e stavolta è davanti per davvero. Abbiamo fatto una bella doppietta e questi sono  le posizioni che il team dovrebbe sempre occupare. Avremmo dovuto ottenere questi risultati negli ultimi due anni, ma con il duro lavoro siamo riusciti a ritornare“.

Carlitos si è dimostrato molto autocritico: “Per me è stata una giornata abbastanza complessa. Non voglio mentire, non avevo il giusto passo ma ho tenuto duro fino alla fine e sono riuscito a portare a casa un secondo posto che ha consentito al team di ottenere questa doppietta. Credo di avere ancora del lavoro da fare nelle prossime giornate, ma sono certo che tornerò ancora più forte“.

Riguardo al ritiro di Verstappen, il ferrarista ha riconosciuto il grande impatto della sfortuna: “Al restart ho avuto una grande occasione perché sono ripartito in modo molto pulito. Max si è difeso molto bene, devo essere onesto. Poi ho visto delle luci rosse che lampeggiavano nel retro della sua vettura ed ho capito che dovevo provarci. Lui è stato sfortunato. Stava guidando bene e meritava il secondo posto, però io ho fatto un bel tentativo e lui alla fine si è dovuto ritirare“.