Ferrari, Binotto non sta nella pelle e fa una promessa ai tifosi

La Ferrari ha piazzato una doppietta straordinaria in Bahrain, con Leclerc davanti a Sainz. Mattia Binotto ha commentato il trionfo.

Successo stellare della Ferrari in Bahrain: Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno siglato la doppietta in Bahrain, riportando al successo il Cavallino dopo 910 giorni di digiuno. La F1-75, adesso è ufficiale, è la monoposto migliore, dotata della power unit più efficiente, potente ed affidabile.

Ferrari (ANSA)
Ferrari (ANSA)

La conferma arriva dal quinto posto della Haas di Kevin Magnussen, seguito dall’Alfa Romeo Racing di Valtteri Bottas. Gioia anche per Guanyu Zhou, decimo al debutto: si tratta del primo punto per il cinese, che ha chiuso davanti ad un Mick Schumacher piuttosto deludente in questo fine settimana.

La Ferrari si è dimostrata superiore alla Red Bull in tutto e per tutto, con un passo gara micidiale. L’unico momento complesso è stato quello del primo pit stop, quando Max Verstappen ha tentato l’undercut scatenando un duello strepitoso: Leclerc ed il campione del mondo si sono sfidati superandosi diverse volte, ma il monegasco ha tenuto duro, rintuzzando l’affondo dell’olandese.

La notizia peggiore per la Red Bull è relativa all’affidabilità: a pochi giri dalla fine, la power unit Honda dell’AlphaTauri di Pierre Gasly è esplosa chiamando in causa la Safety Car. Successivamente, Verstappen si è fermato per un problema alla batteria, mentre a Sergio Perez si è spento il motore, finendo in testacoda all’ultimo giro. Il risultato è stato un doppio ritiro per i campioni del mondo piloti.

Adesso, la sfida si sposta a Jeddah, dove domenica si correrà la seconda edizione del Gran Premio dell’Arabia Saudita. Il Cavallino si presenta chiaramente davanti in termini di classifica, ma c’è da dire che il mondiale è lunghissimo e che gli avversari faranno di tutto per rimontare.

Ferrari, la gioia di Mattia Binotto per la vittoria

Mattia Binotto ha parlato ai microfoni di “SKY Sport F1“, esaltando lo splendido lavoro della Ferrari nel corso dell’ultimo periodo. Menzione speciale anche per i meccanici, che oggi hanno svolto un lavoro incredibile risultando nettamente i più rapidi nei cambi gomme, decisivi in varie fasi della gara.

Sono molto contento, è stato uno splendido risultato per la squadra. Personalmente, non ho mai avuto dubbi su questi ragazzi, siamo forti ed abbiamo lavorato tutti uniti dopo un 2020 terribile. Abbiamo fatto di tutto per riuscire ad arrivare qui competitivi, e ci siamo riusciti e per noi è stato bellissimo arrivare ad una gara sapendo che potevamo fare un buon risultato“.

Sarà interessante vedere come andrà a Jeddah, su una pista diversa ma io non vedo l’ora di arrivare ad Imola, voglio abbracciare presto i nostri tifosi e regalargli una gioia che meritano dopo aver sofferto per tanto tempo. Sapevamo di avere due vetture molto veloci, il primo obiettivo era quello di battere Verstappen ed aver fatto una doppietta è splendido, anche se siamo stati fortunati nel finale“.

Carlos è stato molto aggressivo negli ultimi giri ed ha messo molta pressione a Max, siamo stati molto bravi anche a livello di pit stop. Avevamo iniziato ad allenarci con queste gomme già dallo scorso aprile, sono stati straordinari. Già prima di Natale avevamo provato oltre 3000 pit stop. La loro dedizione al lavoro, a questa squadra ed alla voglia di fare è stata quella che ci ha spinto al successo“.

Oggi Charles ha lottato come un leone per tenersi la posizione. Siamo la Ferrari, la squadra più vincente di sempre, il risultato ci porta grande morale. Oggi viviamo dei monti difficili con la guerra ed il Covid e vogliamo dare una bella gioia a tutti. Siamo riusciti ad arrivare dove volevamo, ed è per questo che abbiamo lavorato per anni. Non ho mai dubitato della squadra, siamo stati molto criticati ma la squadra ha dimostrato quello che sa fare“.