Qual è l’auto utilizzata in Ghostbusters? La risposta vi scioccherà

Esiste davvero l’auto dei Ghostbusters? Quale macchina usano nei film per prendere i fantasmi? Esiste davvero.

Sono tornati e ritornati. Sì, gli acchiappafantasmi che tanto piacevano ai ragazzini di metà anni ’80 e che hanno caratterizzato per anni gli indumenti di cosplay o bambini vestiti per Carnevale, hanno fatto altre due apparizioni: 2016 e 2021.

Auto acchiappafantasmi (Getty Images)
Auto acchiappafantasmi (Getty Images)

Tra gli oggetti iconici dei film Ghostbusters, ovviamente l’auto bianca che li scarrozzava in giro per le strade di New York. Esiste davvero, non è un modello inventato e disegnato per l’occasione, a quella del film, è stato soltanto aggiunta qualcosina come tutto ciò che serviva per acchiappare i fantasmi ed era posizionato sul tetto.

Che auto guidano i calciatori della Juventus? La risposta vi scioccherà

Com’è chiamata l’auto dei Ghostbusters

La macchina è famosa come la Ecto-1 del gruppo scalmanato di acchiappatori di fantasmi, ma quella realmente venduta nelle concessionarie americane più di quarant’anni fa, era una Cadillac Ambulance Miller-Meteor limo-style endloader combination del 1959. Sì, veniva davvero usata come ambulanza venendo modificata da un originale modello Cadillac. Nel film invece diventa la Ecto-1 o anche Ectomobile.

Praticamente, è diventata una delle auto-icona di tutti i tempi. Così come la Ford usata nel secondo film di Harry Potter, se trovata del colore giusto, anche questo modello del 1959 oggi costerebbe un botto. E così come loro, anche per esempio la clamorosa DeLorean dei ‘Ritorno al Futuro’ o le diverse auto che fanno parte della saga ‘Fast and Furious’, per fare degli esempi. E questi veicoli se non comprati da ricchi amanti del cinema d’epoca, sono anche acquistati in modello modellino da tantissimi giovani e meno giovani.

Vuoi comprare una Ferrari? Ecco quanto costa la più economica

Peccato che la Cadillac nel modello magico Ectomobile non sia mai esistita. Capiente sì, ma non è quella la vera comodità. Quella usata dal gruppo di acchiappafantasmi infatti, può  compiere viaggi inter-dimensionali e anche abbattere barriere dello spazio-tempo. Insomma, più comoda del previsto. Inizialmente nei disegni pensati da Dan Aykroyd, avrebbe dovuto avere anche colori spettrali ma molto scuri, non comodi per le inquadrature del film che si svolge quasi tutto in notturna. E così, già dalla prima pellicola del 1984, il modello Cadillac anni Sessanta, fu proposto in bianco.

Qui, in una mostra del cinema, una delle auto realmente usate in un film

Cadillac dei Ghostbusters (Getty Images)
Cadillac dei Ghostbusters (Getty Images)