Mondiale F1 2022: cosa cambierà nel programma del weekend

A due mesi all’avvio del campionato 2022 di F1 si delineano i cambiamenti al programma del fine settimana, compreso un ritorno inaspettato.

Alla fine il weekend ridotto ad appena due giornate non si è concretizzato, ma a partire dal Bahrain il prossimo 20 marzo la F1 si snoderà in un formato leggermente differente a quello che ci ha abituato in passato.

F1 (GettyImages)
F1 (GettyImages)

Il giovedì, solitamente dedicato all’arrivo dei piloti e alle conferenze, oltre che alle interviste singole non esisterà più. In circuito ci sarà solo il personale essenziale, ovvero quello che allestisce il paddock, mentre il resto della carovana arriverà al venerdì.

A partire dalle 9:00 fino alle 13:00, la stampa potrà dialogare con i protagonisti prima di lasciarli alle loro attività. E qui una novità importante. Via le famose prove del mattino, fatte slittare al pomeriggio e il ripristino dei 90′ a disposizione dei team anziché i 60′ del 2021. Lo stesso accadrà per le libere 2, fissate, almeno in Europa, dalle 17:00 alle 18:30.

Crediamo che questo punto specifico farà molto discutere visto che lo scorso anno, con la riduzione di mezz’ora rispetto al consueto in pista c’era molta più azione e sin dal semaforo verde tutti cercavano di approfittare del tempo a disposizione. Alla luce dello scarso numero di set di gomme a disposizione è altamente probabile che si assisterà nuovamente ai primi venti minuti delle due sessioni di totale silenzio, spezzati soltanto dai vari giri di installazione.

A fronte di questo nuovo provvedimento, sembra che tutti i promoter dei GP in calendario abbiano domandato l’introduzione di una gara sprint in sabato. Ma, ovviamente, non sarà possibile accontentare tutti. Il patron del Circus Stefano Domenicali durante il passato mondiale ha parlato di 6 o 7 round per la cosiddetta Sprint Qualifying e difficilmente, anche sulla base delle ampie criticità che permangono a livello di pandemia, potranno esserci colpi di scena.

Tornando allo svolgimento dei fine settimana di corsa. Nessuna rivoluzione per il sabato con la conferma dell’FP3 da un’ora dalle 12:00 alla 13:00 e la qualifica dalle 15:00 alle 16:00. L’unico intervento riguarda lo spostamento al mattino della sessione autografi, unico momento per i fan di avvicinare i loro beniamini.

Domenica, infine, tutto nella norma con il via della corsa alle 15:00. Tramontata quindi la chance di riportare indietro lo start alle classiche 14:00. Ricordiamo che la modifica era stata fortemente voluta da Liberty Media, non appena subentrata ad Ecclestone ai vertici della serie, per agevolare il pubblico americano.

Ferrari F1, ufficiale la data di presentazione della nuova macchina

F1: esempio di come si svolgerà un GP in Europa

Venerdì 

A partire dalle ore 9 – Media e verifiche tecniche

13:00 – 14:30 – Prove libere 1

15:00 – 16:00 – Conferenza stampa dei team principal

17:00 – 18:30 – Prove libere 2

Sabato

09:00-10:30 – Incontro piloti con i tifosi, sessione autografi 15′ a squadra

12:00-13:00 – Prove libere 3

15:00-16:00 – Qualifiche

Domenica

13:30 – Sfilata dei piloti

15:00 – Gara