“Mercedes illegale”: gli attacchi pesanti del padre di Max Verstappen

Jos Verstappen, papà e manager di Max nonché ex pilota di Formula 1, lancia sospetti chiari contro Lewis Hamilton e la sua Mercedes

Jos Verstappen con il figlio Max
Jos Verstappen con il figlio Max (Foto Mark Thompson/Getty Images)

Non solo sospetti, ma vere e proprie accuse pesanti di irregolarità, quelle che Jos Verstappen, papà e manager di Max, ha avanzato nei confronti della Mercedes e di Lewis Hamilton.

A far scoppiare il bubbone è stato l’ultimo Gran Premio del Brasile, dove il campione del mondo in carica, anche in virtù del nuovo motore montato per l’occasione, ha fatto registrare un vantaggio di velocità di punta sul rettilineo di ben 30 km/h.

“Non ho mai visto una differenza del genere da una gara all’altra in tutta la mia vita”, ha affondato Jos ai microfoni del quotidiano olandese De Telegraaf. “Ovviamente si può mettere a punto un motore, ma davvero il propulsore Mercedes si degrada così tanto dopo due o tre gare? Non riesco a immaginarlo”.

Le accuse di Jos Verstappen alla Mercedes

Nel mirino, però, non c’è solo la power unit della Freccia nera, ma anche l’alettone posteriore ritenuto dalla Red Bull troppo flessibile e persino uno strano movimento in avanti e all’indietro del volante di Hamilton, apparso dalle riprese onboard, che nasconderebbe un sistema segreto di aggiustamento dell’altezza da terra in corsa.

“Il volante serve per girare a destra e a sinistra, quindi perché si dovrebbe muovere avanti e indietro?”, si chiede Verstappen Senior. “Qualcosa non quadra. Dopo la gara in Brasile abbiamo anche visto l’allenatore di Hamilton che gli passava qualcosa, prima di tornare nell’abitacolo. Sono molto curioso di sapere di che cosa si trattasse”.

Insomma, il padre d’arte, a sua volta ex pilota di Formula 1, sente puzza di bruciato dal box del team anglo-tedesco: “Se mettete tutto quanto insieme, è molto strano che all’improvviso siano riusciti a fare la differenza così, in questa fase della stagione. Ho la fortissima sensazione che stiano facendo qualcosa di illegale. Posso accettare di perdere, ma in maniera corretta”.

Lewis Hamilton in pista sulla Mercedes
Lewis Hamilton in pista sulla Mercedes (Foto Clive Mason/Getty Images)

LEGGI ANCHE —> Lewis Hamilton in pole, batte anche il malessere: “Non mi sentivo bene”