“Emozioni incontrollabili”: gli amici di Valentino Rossi soffrono l’addio

Nel fine settimana del Gran Premio dell’Emilia Romagna molti amici, colleghi e addetti ai lavori hanno voluto lasciare un messaggio per Valentino Rossi

Valentino Rossi all’ultimo GP in Italia (Foto Getty Images)

Alla vigilia dell’ultimo GP in casa per Valentino Rossi, Sky ha voluto dedicare l’intera giornata di sabato per la leggenda numero 46. Dalla famiglia ai piloti dell’Academy, allo stesso Valentino. Tra i tanti ospiti sono intervenuti anche Mattia Pasini, Flavio Fratesi (presidente del Fan Club) e Alessio Salucci. Pasini racconta: “Ho sempre notato questa cosa, lui è proprio uscito perfetto, ha ereditato i pregi di entrambi i genitori, senza magari prenderne i difetti… A volte veniva da pensare che fosse un’extraterrestre, è veramente una persona straordinaria”.

Secondo Mattia, il Dottore è stato bravissimo negli anni a circondarsi dalle sue persone con il suo stesso spirito: “E questo ti fa diventare sempre più forte perché anche le persone che hai vicino fanno parte poi del risultato che raggiungi. Lui è sempre stato molto meticoloso e molto bravo nello sceglierle e nel tenersele vicino, perché non è nemmeno facile quello. Invece nel gruppo della VR46 si respira proprio questo“.

LEGGI ANCHE —> Marini, prima fila super: “Weekend importante per me e Valentino Rossi”

Le parole di Uccio su Valentino Rossi

Anche Salucci ha voluto spendere due parole in questo weekend importante per Rossi: “Lo vedo sereno e anche io ero sereno. Invece adesso negli ultimi quindici giorni che mancano tre gare, inizio di avere tante emozioni mischiate insieme che non riesco a controllare: certe volte sono contento, altre lo sono meno… Penso che sia una cosa normale, anche per me dopo 26 anni cambia tanto. Naturalmente l’anno prossimo continuerò ad essere qui, però non sarà mai uguale a prima, non vivrò più le emozioni che ho vissuto fino ad adesso. La sto accusando, sono sincero”. 

Interviene a Sky anche il presidente del Fan Club, Fratesi, il quale spiega che Vale è stato un dono grande che sono stati bravi poi a contraccambiare con tutti i tifosi: “Quando Brad Pitt l’ha incontrato si è emozionato perché era di fronte a Valentino Rossi. Eppure noi vediamo questo ragazzo che abita a Tavullia che mantiene e continua a mantenere le sue origini in tutto e per tutto. Non ci siamo accorti di niente, è stata una cosa reciproca. Lui questa carriera l’ha sempre vissuta come un divertimento. Mai prendersi troppo sul serio, credo sia stato alla base della carriera sua ma anche nostra, le gag e tutto il resto nascevano sempre da cose di cui neanche ci rendevamo conto“.

Rossi durante le qualifiche del GP dell’Emilia Romagna (Foto Getty Images)

LEGGI ANCHE —> Gioia Bagnaia: “La pole nell’ultimo GP in Italia di Valentino Rossi è speciale”