Gioia Bagnaia: “La pole nell’ultimo GP in Italia di Valentino Rossi è speciale”

Una pole incredibile quella di Bagnaia, che pero per la gara ammette: “Sul bagnato non sono il più veloce, gli altri piloti Ducati sono più veloci di me”

Pecco Bagnaia (Foto di Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Pecco Bagnaia (Foto di Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Doveva fare la differenza e l’ha fatta. Pecco Bagnaia ha trasformato una giornata potenzialmente disastrosa in un successo pieno. A Misano sarà lui a partire davanti a tutti e dopo qualifiche dominate.

Bagnaia, quarta pole di fila

Rimanere fuori dalla Q2 era stata una mazzata, ma resa meno amara la notizia dal doversi giocare tutto proprio con il rivale Fabio Quartararo. Ma il suo passaggio in Q2 e l’eliminazione del francese, che domani partirà quindicesimo, è stato sicuramente un grande colpo. Ottenere poi la pole ancor di più, visto che domani avrà per le mani la grande opportunità di rimandare il discorso iridato ancora di un GP.

È sempre più difficile superare la Q1 rispetto a centrare una pole position perché non sai mai cosa può succedere“, l’analisi di Bagnaia a Sky Sport. “All’inizio avevo anche diversi piloti alle mia spalle attaccati alla mia ruota, ma ho pensato che potevano aiutarmi a mettersi tra me e Fabio. Poi alla fine il secondo è stato Lecuona che era davanti a me”.

Per Pecco quarta pole di fila, la quinta stagionale. Ottenuta in modo imperioso, davvero mostrando una padronanza incredibile rispetto alla concorrenza: “La moto andava da Dio, non mi sentivo benissimo sul bagnato, ma sull’asciutto siamo a posto e fare la Q1 mi ha aiutato tanto anche in Q2″, ha ammesso. “Non pensavo che il tempo sarebbe stato sufficientemente veloce per guadagnare la pole position, ma esserci riuscito è sempre un gran piacere soprattutto in casa”.

Domenica con qualche incognita

Dunque Bagnaia contento sì ma ancora con qualche dubbio per la gara, visto che le condizioni potrebbero non essere asciutte. E con l’acqua le gerarchie potrebbero cambiare. “Bisogna vedere quali saranno le condizioni, perché sul bagnato non sono il più veloce, gli altri piloti Ducati sono più veloci di me”, ha detto Pecco.

Che poi ha avuto un pensiero anche per Marco Simoncelli, al decennale dalla scomparso: “Mi dispiace non averlo conosciuto, perché tutti ne parlano benissimo. Essere in pole position in questo anniversario e nell’ultimo weekend in casa di Valentino Rossi è sicuramente speciale”.

LEGGI ANCHE —> Bagnaia-Miller-Marini, tripletta storica a Misano: l’analisi delle qualifiche

Bagnaia durante le libere di Misano (Foto di Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Bagnaia durante le libere di Misano (Foto di Mirco Lazzari gp/Getty Images)