Verstappen non si vergogna di Spa: “Una vittoria è sempre una vittoria”

Prima del GP di casa, Verstappen ammette: “La pista potrebbe rivelarsi un po’ complicata per i sorpassi. Ma che bello correre davanti ai miei tifosi”

Max Verstappen (Photo by Lars Baron/Getty Images)

Finalmente è arrivato il suo weekend. Max Verstappen infatti correrà finalmente davanti al suo pubblico, quello olandese. E sarà un fine settimana bollente per lui, in tutti i sensi.

Verstappen e Zandvoort

È dal 1985 che gli olandesi aspettano un GP in patria. E stavolta c’è anche l’idolo di casa da tifare. E che idolo, visto che Verstappen è in lotta per il Mondiale. Max che proprio qui ha effettuato solo qualche giro lo scorso anno, quando doveva essere disputata la prima edizione del nuovo GP: “Ho girato con una vecchia Red Bull sulla pista aggiornata, potrebbe risultare utile per i primi giri”, ha ammesso.

Ho corso solo una gara a Zandvoort ed è stato con una Formula 3″, ha poi continuato Verstappen. “Allora ero conosciuto come ‘il figlio di’, stavolta sarà il contrario. La pista è cambiata da allora, alcune curve sono state modificate e già con la F3 erano curve davvero piacevoli e piuttosto veloci. Sono entusiasta di correrci nuovamente con una F1 e con molta più aderenza”.

E sul nuovo layout del circuito di Zandvoort ha ammesso: “La pista potrebbe rivelarsi un po’ complicata per i sorpassi, tuttavia, la prestazione sul giro singolo penso sarà appagante. Saranno giri di qualifica molto veloci e ogni errore sarà davvero costoso”.

Max e la vittoria “dimezzata” di Spa

Verstappen viene dalla vittoria ben poco onorevole di Spa, ma è comunque un ritorno al successo, come ha spiegato lui stesso: “Non è il modo in cui ti aspetti di vincere una gara né il modo in cui volevamo che andasse il weekend. Però, una vittoria resta una vittoria e i punti sono importanti per entrambi i campionati e dobbiamo sfruttare al massimo ogni opportunità. Da piloti è chiaro che avremmo voluto correre e mettere in piedi uno spettacolo per i tifosi, non era però una decisione facile e l’assenza di visibilità ha fatto sì che non fosse sicuro e dobbiamo rispettare questa scelta”.

Ora però c’è da dare gas davanti al suo pubblico: “Non vedo l’ora che arrivi la gara. Sarà speciale correre in Olanda davanti al mio pubblico. Anche dalla prospettiva del pilota è una bella sfida affrontare un nuovo circuito e trovare il limite al volante di una F1”.

LEGGI ANCHE —> F1 GP Olanda: programma e orari tv prove libere, qualifiche e gara

Sergio Perez e Max Verstappen ai box (Photo by Mark Thompson/Getty Images)