Il piano B di Valentino Rossi: c’è il nuovo sponsor per sostituire gli emiri

Se i petrodollari dall’Arabia Saudita non dovessero arrivare, Valentino Rossi ha in tasca uno sponsor alternativo per il suo team VR46

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Foto Petronas)

Che ci sia qualcosa che non va, nell’accordo di sponsorizzazione tra il team VR46 e la holding saudita Tanal Entertainment, ormai lo hanno capito tutti.

L’unico a comparire a microfoni accesi per confermare questo progetto è stato un non meglio precisato principe. Ma le conferme ufficiali dal governo arabo, e soprattutto le fideiussioni bancarie, continuano a subire un rinvio dopo l’altro.

Dove sono i petrodollari dall’Arabia?

Di fatto, ad oggi non è arrivato nessun comunicato stampa da Riyadh. Né alcun bonifico nelle casse di Tavullia. Forse si tratta solo di fisiologici rallentamenti, come giura l’emiro. Ma ce n’è abbastanza per far sentire puzza di bruciato.

I primi a rendersene conto, naturalmente, sono stati proprio Valentino Rossi e i suoi. Che si sono cautelati, predisponendo un piano B: un nuovo sponsor principale che sarebbe pronto a subentrare alla compagnia petrolifera mediorientale Aramco, per garantire comunque i soldi per finanziare il team di MotoGP nella prossima stagione.

Valentino Rossi può portarsi dietro Petronas

E questo sponsor ha anche un’identità: sarebbe un’altra compagnia petrolifera, ma stavolta malese, e ben nota nel Motomondiale. La Petronas. Sì, avete capito bene, proprio la stessa che, fino a questa stagione, ha finanziato la squadra satellite Yamaha per la quale corre proprio lo stesso Valentino Rossi.

L’azienda ha già comunicato il divorzio dal team di Razali e Stigefelt (che proseguirà con un partner italiano, WithU) al termine di questa annata. Ma Petronas, in realtà, non avrebbe alcuna intenzione di ritirarsi del tutto dalla MotoGP, dal momento che la sua strategia di marketing globale prevede una forte presenza negli sport motoristici (tra l’altro, è sponsor principale della Mercedes pluri-iridata di Lewis Hamilton in Formula 1).

Quindi, a dar retta alle voci di paddock pubblicate dal sito specializzato MowMag, in realtà i malesi avrebbero solo deciso di divorziare dalla loro attuale scuderia, ma per passare armi e bagagli a quella del Dottore. Da Yamaha a Ducati. Con la beffa finale di Valentino Rossi che ruberebbe lo sponsor alla sua ex squadra…

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Foto Petronas)

LEGGI ANCHE —> Valentino Rossi piomba di nuovo all’inferno: “Non so che pesci pigliare”