Wolff pronto a lasciare “spontaneamente”: Mercedes resta senza il boss?

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, lascia intendere alla squadra e ai tifosi che potrebbe presto abbandonare il suo ruolo

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff
Il team principal della Mercedes, Toto Wolff (Foto Steve Etherington/Mercedes)

Quanto durerà ancora il regno di Toto Wolff alla Mercedes? Forse, meno del previsto. Il team principal della Freccia nera, infatti, ha lanciato un messaggio alla sua squadra e ai suoi tifosi, lasciando intendere che potrebbe prendere “spontaneamente” la decisione di abbandonare il suo ruolo al vertice della scuderia campione del mondo.

Un dilemma, quello sul suo futuro, che ha ponderato a lungo già nel corso della passata stagione, giungendo alla fine a propendere per il rinnovo del suo impegno.

“Ho riflettuto per un anno se volessi continuare a lavorare in questo sport e alla fine ho deciso di sì”, ha dichiarato ai microfoni del sito specializzato GPFans. “Ma la decisione non è stata quella di voler continuare a dirigere la squadra da un punto di vista operativo, bensì di fare di più: di voler rimanere coinvolto come azionista. Questo significa che io divento la squadra e la squadra diventa me stesso, a lungo termine. Questa è la scelta che ho preso. Siamo tre azionisti di pari peso, ci completiamo a vicenda e, qualsiasi cosa succederà, rimarrò in questa scuderia nel mio ruolo di comproprietario”.

Wolff pensa all’addio come team principal?

Se dunque la sua posizione come azionista al fianco del gruppo Daimler e della multinazionale chimica Ineos non è in discussione, quello di boss della scuderia potrebbe presto esserlo. “Finché continuerò a godermi la competizione e il verdetto del cronometro, andrò avanti”, ha aggiunto. “Ma potrei decidere spontaneamente che qualcun altro possa prendere in mano il testimone meglio di me, essere più veloce, più agile, più fresco di me”.

Un’ipotesi che fa correre un brivido sulla schiena dei membri della formazione anglo-tedesca, quella di ritrovarsi senza il condottiero che li ha portati a questa epoca di trionfi così gloriosi. Ma Wolff conclude rimandando in là nel tempo la possibilità del suo abbandono: “Comunque, quel momento non è ancora arrivato”, precisa il manager austriaco.

Valtteri Bottas in pista con la Mercedes
Valtteri Bottas in pista con la Mercedes (Foto Lars Baron/Getty Images

LEGGI ANCHE —> Wolff mette il muto: “Non risponderò più alle provocazioni”