GP Gran Bretagna, il meccanismo (e tutti i dubbi) della qualifica sprint

Una novità assoluta tutta da scoprire. Ecco cosa c’è da capire della qualifica sprint e del nuovo format per il weekend di Silverstone

Le monoposto sul rettilineo principale prima della partenza (Photo by Peter Fox/Getty Images)

Ormai è conto alla rovescia per il GP di Gran Bretagna. E in tanti, piloti compresi, non vedono l’ora di vivere questo weekend, all’insegna delle grandi novità. Sì perché proprio nel circuito dove nel 1950 debuttò il Mondiale di F1, debutta anche la qualifica sprint (o sprint race).

Qualifica sprint, di cosa si tratta?

Un arrivo, quello della qualifica sprint, che sconvolge l’intero programma del fine settimana. Ma di cosa parliamo? Innanzitutto viene chiamata qualifica sprint ma siamo di fronte a una gara vera e proprio, ma in versione ridotta e che si disputerà il venerdì pomeriggio. Si correrà infatti sulla distanza dei 100 km (contro i 305 km di un normale Gran Premio), della durata di quasi 30 minuti.

Si tratta di una gara sprint ma viene chiamata qualifica sprint perché l’ordine d’arrivo determinerà la griglia di partenza del gran premio della domenica, che si correrà invece sulla distanza classica. La griglia di partenza sarà decisa dalle prove libere del venerdì. A chi trionferà in questa gara, saranno assegnati punti iridati. Ma ad essere premiati saranno solo i primi tre: il vincitore otterrà 3 punti, il secondo 2 e il terzo ne raccoglierà 1.

Nuovo format di libere e nuove regole

Per la qualifica sprint cambia dunque tutto il programma delle prove libere. La mattina di venerdì la prima sessione di un ora, poi il sabato la seconda, mentre il pomeriggio invece toccherà alla nuova gara veloce.

Cambiano ovviamente anche le regole. Rispetto alla gara della domenica, non verrà assegnato il punto bonus a chi otterrà il giro più veloce, inoltre i piloti non saranno obbligati al pit stop per mettere una diversa mescola di pneumatici. L’obbligo di montare una gomma differente rimane solo per la domenica.

Ma cambia in generale proprio l’uso degli pneumatici per il weekend di Silverstone. Il venerdì sarà possibile usare solo le gomme soft e non le altre mescole, mentre salta la regola della partenza con la mescola che ha permesso di ottenere il proprio miglior tempo in Q2. Tutti potranno infatti nella qualifica sprint con la gomma che preferiscono. E lo stesso varrà per il GP della domenica.

LEGGI ANCHE —> Il botto di Schumacher, il sacerdote matto: le mille storie di Silverstone

Griglia di partenza in Austria (Photo by Bryn Lennon/Getty Images