Ducati chiama Valentino Rossi: “Ci aiuterebbe”. Ecco la data dell’annuncio

Sono in molti, tra piloti e manager, all’interno della Ducati a fare il tifo per l’arrivo di Valentino Rossi anche come pilota

Valentino Rossi ai tempi della Ducati
Valentino Rossi ai tempi della Ducati (Foto Ducati)

L’accordo tra la squadra di Valentino Rossi e la Ducati, in base al quale la VR46 schiererà due Desmosedici satellite in MotoGP per i prossimi tre anni, è ormai ufficiale. Manca quello del pilota, però.

E l’idea che ad occupare una delle due selle sia il Dottore in persona, che possa chiudere la sua carriera salutando la Yamaha per guidare la moto rossa che porterà le sue stesse insegne, è qualcosa più di una suggestione.

Marini e Bagnaia pronti ad accoglierlo

Anzi, da Borgo Panigale le sirene che lo chiamano sono sempre di più, e sempre più forti. C’è suo fratello Luca Marini, per esempio, che accarezza l’eventualità di averlo come vicino di box: “Non so nemmeno se avesse deciso qualcosa prima”, racconta, “adesso c’è tanto tempo, può prendere la migliore decisione per lui, che gli permetta di divertirsi ancora per tanti anni. È chiaro che averlo come compagno di squadra sarebbe un sogno”.

Ma c’è anche il suo allievo Pecco Bagnaia, che in Ducati è pilota ufficiale, e accoglierebbe con piacere un pilota dell’esperienza del nove volte campione del mondo nel suo marchio. “Non so cosa voglia fare Valentino, ero rimasto che avrebbe voluto concludere la sua carriera in Yamaha, ma la scelta che farà sarà quella giusta”, confida il torinese. “Sicuramente con la sua esperienza, venendo anche da una Casa come Yamaha, può aiutare la moto sotto certi aspetti, ma non è mai facile da dire”.

La Ducati vorrebbe Valentino Rossi

A spalancargli definitivamente le porte è poi il direttore sportivo della Rossa in persona, Paolo Ciabatti: “Sarebbe bellissimo avere Valentino Rossi in Ducati, ma la decisione spetta alla loro squadra”.

Per avere la certezza, però, bisognerà ancora attendere più di un mese. L’annuncio dovrebbe arrivare entro il Gran Premio del Red Bull Ring di inizio agosto, come chiarisce il team manager Pablo Nieto: “Alla fine stiamo lavorando, è presto per dirlo. Entro la gara in Austria sapremo chi è il secondo pilota”.

LEGGI ANCHE —> “Valentino Rossi, lascia la Yamaha”: arriva l’offerta che non può rifiutare

Il direttore sportivo Paolo Ciabatti
Il direttore sportivo Paolo Ciabatti (Foto Ducati)