La Aprilia fa pressione su Andrea Dovizioso: “Non possiamo aspettarlo”

L’amministratore delegato della Aprilia, Massimo Rivola, chiede una decisione definitiva ad Andrea Dovizioso per la stagione 2022

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (Foto Italjet)

Il futuro di Andrea Dovizioso rimane avvolto nell’incertezza. Certo, l’ex ducatista sembra avere voglia di tornare a tempo pieno in MotoGP, e ad offrirgliene la possibilità è l’Aprilia, che lo corteggia ormai da molti mesi.

Eppure, per ora, l’unica certezza è che sarà protagonista di almeno altri quattro test con la moto di Noale, affiancando il suo impegno nel campionato italiano prestige di motocross dove debutterà a Cavallara questo weekend. Per le ulteriori scelte, ha deciso di prendersi ancora del tempo.

Rivola vuole una risposta da Dovizioso

Ma il marchio italiano non è disposto ad attendere all’infinito le sue valutazioni e meditazioni. Anzi, l’amministratore delegato Massimo Rivola ha lanciato un avvertimento diretto al pilota di Forlì, mettendogli addosso una certa fretta.

“Non potremo aspettare una sua decisione fino alla fine dell’anno”, ha messo le mani avanti Rivola ai microfoni di Tuttosport. “Siamo già stati super corretti nel caso di Iannone e ne siamo rimasti scottati. Nel caso dobbiamo guardare avanti e portare a casa il miglior pilota possibile sul mercato. E non ce ne sono tanti, quasi tutti sono già accasati”.

La Aprilia flirta con il forlivese

Insomma, la Aprilia è molto interessata all’ingaggio di Dovizioso, ma ha bisogno che lui si sbilanci al più presto possibile: altrimenti dovrà rimettersi sul mercato in cerca di un nome alternativo.

“Lo vorremmo con noi, sia come pilota che come collaudatore”, chiarisce l’ad. “Siamo convinti che sia molto utile all’Aprilia, sia per la sua esperienza sia per le sue doti naturali di sentire quello che succede sulla moto e quindi di suggerire la strada da prendere”.

LEGGI ANCHE —> Dovizioso e Aprilia, quattro test fissati: il pilota svela il programma

Massimo Rivola
L’amministratore delegato della Aprilia, Massimo Rivola (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)