Ferrari ha già rinunciato alla stagione 2021: lo ammette il direttore sportivo

Il direttore sportivo della Ferrari, Laurent Mekies, spiega che la sua squadra ha già accantonato la lotta nella stagione attuale di F1

La Ferrari di Carlos Sainz ai box nel Gran Premio di Spagna di F1 2021 a Barcellona
La Ferrari di Carlos Sainz ai box nel Gran Premio di Spagna di F1 2021 a Barcellona (Foto Ferrari)

La Ferrari ha iniziato la stagione 2021 decisamente con il piede giusto. Accantonati i disastri del campionato scorso, la Rossa ha intrapreso una netta risalita in termini di rendimento e di risultati in questi primi Gran Premi dell’anno.

Tanto da inserirsi addirittura nella lotta per il terzo posto in classifica costruttori con la McLaren, che al momento le sta davanti di soli cinque punti dopo quattro gare. Eppure, in un certo senso, il Cavallino rampante sembra avere già gettato la spugna in questa sfida.

Ferrari, tutti gli sforzi sono sul 2022

Nonostante la battaglia in cui è impegnata per questa importante posizione in graduatoria generale, infatti, la Scuderia ha deciso già di abbandonare quasi del tutto gli sviluppi tecnici della sua attuale vettura, la SF21, per concentrare i suoi sforzi su quella del prossimo anno.

“Per noi è molto chiaro, siamo focalizzati sul 2022. Abbiamo già quasi spostato completamente l’attenzione: se volete metterci un numero, diciamo del 90 o 95%”, ha spiegato il direttore sportivo Laurent Mekies al termine dell’ultimo Gran Premio di Spagna a Barcellona. “Più o meno siamo a questo livello”.

La lotta con la McLaren è secondaria

E non importa se la diretta rivale McLaren ha invece in programma “ulteriori aggiornamenti per le prossime gare”, come ha confermato il team principal Andreas Seidl. Maranello snobba il confronto con la storica avversaria inglese.

“Il gruppo è così compatto che bastano pochi centesimi o pochi decimi per passare dal sesto al terzo posto”, ammette Mekies. “Ma questo non cambia la nostra strategia, che è concentrata sul prossimo anno. Per noi la decisione è chiara. Abbiamo già spostato la grande maggioranza delle nostre risorse. Ciò non significa che da ora in poi non cambieranno dei dettagli sulla macchina, lo faremo in base a ciò che impareremo in pista”.

Per il resto, l’attenzione è tutta rivolta al futuro. Alla chiamata della rivoluzione regolamentare, che potrebbe consentire alla Ferrari di riprendere il treno dei top team. Un appuntamento che non si può proprio permettere di perdere.

LEGGI ANCHE —> “Ferrari sta per raggiungere Mercedes e Red Bull”: la previsione dell’ex

Il direttore sportivo Laurent Mekies
Il direttore sportivo Laurent Mekies (Foto Ferrari)