“Ferrari sta per raggiungere Mercedes e Red Bull”: la previsione dell’ex

Un grande ex della Ferrari è soddisfatto delle prestazioni della Rossa in questo 2021 e prevede che presto arriverà l’aggancio al vertice

La Ferrari di Charles Leclerc dietro alla Mercedes di Valtteri Bottas al Gran Premio di Spagna di F1 2021 a Barcellona
La Ferrari di Charles Leclerc dietro alla Mercedes di Valtteri Bottas al Gran Premio di Spagna di F1 2021 a Barcellona (Foto Wolfgang Wilhelm/Mercedes)

La Ferrari ha compiuto un netto salto in avanti rispetto alla disastrosa stagione 2020. Già negli ultimi Gran Premi ha dimostrato di potersi imporre in maniera stabile come terza forza del Mondiale di Formula 1.

Ma c’è anche chi afferma che il divario dai due top team, Mercedes e Red Bull, che si giocano il titolo iridato, non sia poi così ampio. O, comunque, facilmente colmabile in tempi brevi.

Ross Brawn applaude la Ferrari

A fare questa ottimistica previsione rispetto alle potenzialità della Rossa non è l’ultimo arrivato, ma un uomo che di automobilismo se ne intende come Ross Brawn. Che a Maranello è stato direttore tecnico nell’epoca d’oro dei trionfi in serie di Michael Schumacher.

Poi ha assunto lo stesso ruolo alla Mercedes e oggi è diventato responsabile dell’intero campionato per Liberty Media, che ne detiene i diritti commerciali. Nella rubrica fissa che tiene dopo ogni gara sul sito ufficiale della Formula 1, Brawn ha riservato parole di grande elogio per i progressi compiuti dalla sua ex squadra.

Migliorata sia la macchina che i piloti

“Non c’è dubbio che la SF21 sia una vettura significativamente migliore di quella dell’anno scorso, e che Leclerc stia ottenendo il 100% dalla macchina ogni volta che la guida”, ha scritto l’ingegnere inglese. “Non ci vorrà molto perché la Ferrari bussi alla porta dei primi due. E questo è abbastanza notevole, visto come hanno concluso il 2020″.

La vettura sfornata dal Cavallino rampante quest’anno sembra dunque convincere il vecchio Ross: “La squadra sta lavorando a livelli molto alti e ha un pacchetto competitivo su circuiti diversi tra loro. In pista, la macchina sembra buona: si ha la sensazione che meriti di essere lì dove si trova”.

Così come un altro importante punto a favore della Scuderia sono i suoi due piloti, Charles Leclerc e Carlos Sainz, che crescono insieme con armonia reciproca. “C’è una grande alchimia tra Leclerc e Sainz in questo momento e non credo che se ne possano sottovalutare i vantaggi”, conclude. “La collaborazione e la positività dei loro due piloti li sta aiutando a progredire. E non c’è dubbio che quando la coppia avrà la macchina giusta, entrambi otterranno delle vittorie”.

LEGGI ANCHE —> Ferrari, ecco perché puoi avere fiducia dopo il GP di Spagna

Ross Brawn e Michael Schumacher ai tempi della Ferrari
Ross Brawn e Michael Schumacher ai tempi della Ferrari (Foto Getty Images)