Wolff teme per la sua Mercedes: “Macchina tossica, abbiamo dei problemi”

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, afferma che la sua squadra “non è pronta” al via della stagione 2021 di Formula 1

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, con il suo pilota Lewis Hamilton
Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, con il suo pilota Lewis Hamilton (Foto Rudy Carezzevoli/Getty Images)

Più si avvicina il momento del primo semaforo verde della stagione 2021 di Formula 1, in programma proprio questo fine settimana in Bahrain, e più il livello di allerta in casa Mercedes sembra salire, oltre il livello di guardia. La squadra campione del mondo in carica è reduce da tre giorni di test pre-campionato tutt’altro che positivi, caratterizzati da problemi di affidabilità e da prestazioni non all’altezza delle aspettative.

Tra gli osservatori c’è chi è pronto da giurare che la Freccia nera abbia giocato solo a nascondino, facendo pretattica per sviare gli avversari. Eppure, ad ascoltare le parole del team principal Toto Wolff, la situazione non sembra questa. Anzi, a Brackley si respirerebbe un clima di apprensione, almeno da quando gli ingegneri si sono resi conto che la nuova W12 non è nata bene quanto si aspettavano.

L’allarme di Toto Wolff

“Negli ultimi anni avevamo ottenuto ottime prestazioni ed è per questo che tutti pensano che ci stiamo nascondendo”, ha affermato Wolff ai microfoni dell’emittente televisiva austriaca Orf. “Sicuramente penso che abbiamo imbarcato più carburante di tutti e quindi la nostra era la macchina più pesante di tutte. Ma comunque era un po’ tossica da guidare e abbastanza instabile, soprattutto con il vento trasversale”.

C’è ancora da lavorare perché i tecnici svelino approfonditamente il mistero di questa neonata monoposto, e forse le poche prove compiute e il poco tempo che manca in vista della prima gara potrebbe non consentire di portare a termine lo studio dei dati. “Sembra che ci ritroviamo una piccola diva, come la vettura di due anni fa, che non capiamo bene”, prosegue il boss Mercedes. “Avere avuto a disposizione solo pochi giorni di test non ha aiutato. Non abbiamo ancora compreso la macchina come avremmo voluto. Ci sono dei piccoli problemi che dobbiamo ancora risolvere, quindi non siamo certamente pronti come negli anni precedenti”.

Mercedes tiene d’occhio gli avversari

Al contrario, tra gli avversari ci sono squadre che hanno brillato nel corso dei collaudi invernali e che preoccupano Toto: “La Ferrari non ha svolto cattivi test”, ammette. “Sembra che abbiano ritrovato la potenza del motore e anche la loro macchina non sembra affatto male in pista. Mi aspetto una McLaren che può sorprendere. In generale dovremo fare attenzione ai motorizzati Honda: sembra che il motorista giapponese abbia fatto un ottimo lavoro con il propulsore 2021″.

LEGGI ANCHE —> Red Bull punzecchia Mercedes: “Avvio scadente in base ai loro standard”

Valtteri Bottas in pista nei test F1 di Sakhir, in Bahrain
Valtteri Bottas in pista nei test F1 di Sakhir, in Bahrain (Foto LAT Images/Mercedes)