Patente, arriva la rivoluzione nel 2025: ecco cosa sta per cambiare

Arrivano novità clamorose che riguardano la patente, che dal 2025 verrà rivista in ogni aspetto. Ecco cosa cambierà e dove di preciso.

La patente è forse il documento più bramato da tutti noi, almeno da coloro che devono raggiungere la maggiore età. Tramite essa, si può finalmente conquistare un primo baluardo di indipendenza, iniziando a spostarci in maniera del tutto autonoma, ed è ciò che tutti desiderano fare. Per chi non lo sapesse, il mondo delle patenti sta per subire una vera e propria rivoluzione, attesa già per il 2025.

Patente, arriva la rivoluzione nel 2025: ecco cosa sta per cambiare
Patente auto (Canva) – Tuttomotoriweb.it

Infatti, si parla da tempo della patente digitale, che sarà inclusa nell’ormai ben noto IT Wallet, vale a dire il portafoglio dell’identità digitale che è stato approvato lo scorso 2 di marzo tramite il decreto PNRR, pubblicato poi in Gazzetta Ufficiale. La novità è davvero notevole, ma c’è anche un aspetto che preoccupa e non poco gli automobilisti. Andiamo a scoprire qual è il nodo da sciogliere e quali sono i punti da chiarire.

Patente, cosa cambia con quella digitale

Secondo quanto affermato, nel corso di un’intervista ad “Il Sole 24 Ore“, dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Innovazione Tecnologica, ovvero Alessio Butti, la patente digitale in Italia verrà lanciata nel gennaio del 2025, il che significa che ci sono solamente pochi mesi da attendere.

Questa affermazione conferma le indiscrezioni delle ultime settimane, che parlavano di un debutto imminente di questa rivoluzione sul fronte della nostra documentazione, un netto passo in avanti verso un futuro ancor più tecnologico rispetto ad oggi.

Patente, arriva la rivoluzione nel 2025: ecco cosa sta per cambiare
Patente (Canva) – Tuttomotoriweb.it

C’è, in ogni caso, una precisazione che è doveroso fare, su un aspetto del quale tutti devono essere a conoscenza. Infatti, almeno nei primi mesi dopo la sua introduzione la patente digitale sarà valida solo e soltanto in Italia, mentre, per guidare all’estero, sarà obbligatorio avere con sé il documento fisico. Tutto ciò vale anche per i paesi che fanno parte dell’Unione Europea, per cui, è importante portarsi sempre dietro il documento che attesta la vostra idoneità alla guida.

Tuttavia, questa soluzione dovrebbe essere temporanea, dal momento che nel 2026 potrebbe fare il proprio debutto la patente digitale europea, ma ancora non c’è niente di certo. Ciò su cui non ci sono dubbi è il fatto che, tra massimo qualche anno, diremo del tutto addio al documento fisico, con la tecnologia che, ormai, la fa da padrona in tutto e per tutto, spazzando via il cartaceo.

Impostazioni privacy