Quali piloti di F1 parlano italiano? Ecco quanti ce ne sono

L’italiano è una lingua conosciuta da diversi piloti di F1, ed ora vi sveleremo quali di loro sono in grado di parlarla. Ci sono sorprese.

La griglia del mondiale di F1 non vede alcun pilota al via, quasi una prassi dal 2012 in avanti, eccezion fatta per il triennio 2019-2021, quando Antonio Giovinazzi è stato pilota titolare per l’Alfa Romeo Racing. Al giorno d’oggi, l’unica speranza italiana si chiama Andrea Kimi Antonelli, che milita nel campionato di Formula 2 con il team Prema, e che secondo alcuni, potrebbe debuttare nel Circus già al Gran Premio del Belgio sulla Williams, al posto di Logan Sargeant, non appena avrà compiuto 18 anni.

Quali piloti di F1 parlano italiano? Ecco quanti ce ne sono
F1 (ANSA) – Tuttomotoriweb.it

Fa davvero strano pensare ad una griglia priva di piloti italiani, con la F1 che sino agli anni Novanta era pullula di nostri rappresentanti. Tuttavia, pur non essendoci una presenza del nostro paese, vi sono diversi piloti che parlano la nostra lingua in campionato, ed ora vi andremo a svelare i loro nomi. Alcuni sono ben noti, mentre altri saranno delle belle sorprese per voi.

F1, ecco chi sa parlare l’italiano

La griglia della F1 è composta da ben 20 piloti al giorno d’oggi, ed alcuni di loro parlano bene l’italiano. Prima di tutto, segnaliamo i due alfieri della Ferrari, ovvero Charles Leclerc e Carlos Sainz, che parlano perfettamente la nostra lingua. Lo stesso si può dire per Esteban Ocon, pilota dell’Alpine, che ha avuto forti legami con l’Italia durante la sua crescita come pilota, ed è per questo che ha imparato molto bene. Anche il suo compagno di squadra Pierre Gasly, che vive a Milano, ha un’ottima conoscenza dell’italiano.

Charles Leclerc e Carlos Sainz parlano bene l'italiano
Charles Leclerc e Carlos Sainz in azione a Miami (ANSA) – Tuttomotoriweb.it

Dando un’occhiata approfondita, si capisce come ci siano solamente altri due piloti di F1 in grado di parlare alla grande l’italiano. Ci stiamo riferendo a Daniel Ricciardo, in forze alla Racing Bulls, e Fernando Alonso, pilota Aston Martin. L’australiano, nato a Perth, ha origini siciliane, e sin dal suo debutto nel Circus abbiamo imparato a conoscerlo per una buona conoscenza del nostro idioma.

Anche lo spagnolo delle Asturie ha sempre parlato bene l’italiano, ricordando che il suo debutto, nel lontano 2001, è avvenuto con la Minardi, mentre dal 2010 al 2014 ha corso con la Ferrari, avendo così la possibilità di migliorare parecchio. Vedremo se Lewis Hamilton, con l’arrivo in Ferrari, riuscirà a diventare il settimo pilota in grado di parlare la nostra lingua.

Impostazioni privacy