F1 GP Stati Uniti, Gara: Verstappen fa 50 vittorie, solito tonfo Ferrari

Il mondiale di F1 fa tappa ad Austin dove trionfa Max Verstappen, che rimonta battendo Hamilton e Norris. Sainz quarto.

Non c’è niente da fare contro Max Verstappen, che ottiene la sua 50esima vittoria in F1 imponendosi nel Gran Premio degli Stati Uniti. Il campione del mondo ha rimontato dalla sesta posizione, resistendo alla rincorsa finale di Lewis Hamilton, che per il terzo anno di fila chiude secondo ad Austin battuto dall’olandese.

F1 Max Verstappen vince ad Austin
F1 Max Verstappen in azione ad Austin (LaPresse) – Tuttomotoriweb.it

Per Super Max si tratta di un risultato eccezionale e della 15esima vittoria stagionale, eguagliando il record di vittorie in una sola stagione, che lui stesso aveva ottenuto lo scorso anno. La F1 attuale è tutta ai suoi piedi, ma Hamilton ha dimostrato ancora una volta ciò che vale, portando la Mercedes a lottare con la Red Bull sino alle ultime battute.

Terzo posto per la McLaren di Lando Norris, seguito dalla Ferrari di Carlos Sainz ed a Sergio Perez. Solo sesto Charles Leclerc che partiva dalla pole position, beffato da una strategia a dir poco imbarazzante che ha puntato su una sola sosta. Settimo George Russell, davanti all’Alpine di Pierre Gasly ed all’Aston Martin di Lance Stroll. L’AlphaTauri di Yuki Tsunoda chiude la top ten.

F1, Verstappen deve sudarsi la vittoria in rimonta

Il Gran Premio degli Stati Uniti della F1 parte nel segno della pole position di Charles Leclerc, con la Ferrari che è stata competitiva in qualifica, ma meno nella Sprint Race. Al via è pessimo lo scatto del monegasco che viene infilato da Lando Norris, perfetto con la sua McLaren a prendersi subito il comando delle operazioni.

Max Verstappen padrone ad Austin
Max Verstappen in azione ad Austin (LaPresse) – Tuttomotoriweb.it

Benissimo Carlos Sainz che si prende il terzo posto su Lewis Hamilton, mentre Max Verstappen sale quirto. Il passo della McLaren è subito insostenibile per le Ferrari, che confermano le difficoltà viste al sabato, con un degrado gomma superiore agli altri. Sainz dura pochi giri, poi viene infilato dal sette volte campione del mondo, sembrando fin troppo arrendevole.

Lo spagnolo crolla del tutto e viene infilato anche da Verstappen, con un crollo di passo che trova poche spiegazioni se non l’imbarazzante performance di una SF-23 che non sta in strada. Leclerc non può nulla con Hamilton, con il sette volte iridato che si mette così in caccia del connazionale.

Davanti a tutti Norris manteine il pirmo posto, anche se Hamilton prova a fare ritmo per avvicinarsi. Verstappen si mette in caccia di Leclerc che prova a difendersi, ma con una monoposto che consuma così tanto le gomme è difficile avere trazione e trovare un ritmo che possa essere costante.

Leclerc viene annichilito da Super Max che lo scavalca con una durissima staccata in fondo al lungo rettilineo, con il monegasco che inspiegabilmente non chiude l’interno. Inizia a soffrire Norris che viene messo nel mirino da Hamilton, il quale annusa la possibilità di tornare a vincere una gara dopo quasi due anni.

A fermarsi per primo, dopo soli 16 giri, è proprio Verstappen, che dopo aver dominato al sabato non sembra avere quel ritmo in gara. Il giro seguente tocca a Norris e Sainz, mentre Hamilton e Leclerc proseguono e sembrano cambiare strategia. Hamilton si ferma dopo 21 giri, mentre Leclerc e Russell proseguono e vanno al comando.

Il poleman rientra al 23esimo passaggio, montando la gomma Dura che ci fa capire che punterà alla singola sosta. Leclerc torna in pista al sesto posto, dietro a Sergio Perez. Norris torna in testa e commette un piccolo errore, permettendo al campione del mondo di F1 di farsi realmente sotto.

Al 28esimo passaggio Verstappen annichilisce Norris con una staccata strepitosa, prendendo così il primo posto ed ipotecando la vittoria. Tutti effettuano la seconda sosta tranne Leclerc, una tattica a dir poco suicida che lo porta a perdere ritmo nell’ultima fase di gara. Verstappen, Norris ed Hamilton lo superano facilmente, con Sainz che inizia ad avvicinarsi.

La battaglia finale è molto intensa tra Norris ed Hamilton, con il sette volte iridato che si prende la piazza d’onore dopo un gran duello. Perez si libera di un Leclerc in crisi evidente per una tattica folle. Verstappen vince davanti ad Hamilton e Norris, con Sainz che chiude quarto. Prossimo appuntamento a Città del Messico domenica prossima.

Impostazioni privacy