Quanti soldi servono per diventare un pilota di Formula 1? Cifre assurde

La Formula 1 è il sogno di tutti i giovani, ed ora vi parleremo di quelli che sono i soldi che servono per correre nel Circus.

Il mondiale di Formula 1 è il campionato più seguito ed amato del mondo del motorsport, dove corrono i migliori piloti, le migliori squadre e le migliori auto di tutto il panorama motorsportivo. In questa categoria gareggiano dei fenomeni assoluti come Max Verstappen, Lewis Hamilton, Fernando Alonso e molti altri, che ogni anno danno spettacolo in pista.

Quanti soldi servono per diventare un pilota di Formula 1? Cifre assurde
Formula 1 cifre astronomiche (ANSA) – Tuttomotoriweb.it

Sul fronte delle spese, sappiamo come la Formula 1 sia uno sport costosissimo, dal momento che i budget dei team che partecipano sono faraonici. Negli ultimi anni, nel Circus è stato introdotto il Budget Cap che ha cercato di limitare le spese, ma è chiaro come le spese continuino ad essere molto elevate, pari a centinaia di milioni di euro.

Detto questo, va specificato come anche i piloti siano soggetti ad enormi spese, non solo nel corso della carriera per mantenere il posto ottenuto in F1, ma anche e soprattutto per raggiungere il sogno di una vita. Andiamo dunque a vedere quelle che sono le spese precise per i piloti.

Formula 1, ecco quanti soldi servono per arrivarci

L’arrivo in Formula 1, ed anche la permanenza nel Circus, sono cose assolutamente non scontate anche per un grande talento, dal momento che dietro ad una carriera di un giovane pilota ci sono sempre spese folli. Dando un’occhiata alla griglia attuale della massima formula, infatti, scopriamo che la gran parte dei piloti presenti aveva un patrimonio notevole ancor prima di arrivare a gareggiare.

Charles Leclerc uno dei più ricchi di famiglia
Charles Leclerc in azione a Monza (LaPresse) – Tuttomotoriweb.it

Gli esempi più importanti sono quelli di Max Verstappen, con suo padre Jos che a propria volta era un pilota, ma anche Charles Leclerc e Lando Norris, notoriamente ricchi di famiglia ed agevolati nella loro scalata verso la Formula 1. Uno che di sicuro non ha avuto vita facile, almeno agli inizi, era Lewis Hamilton, che da adolescente è poi stato preso dalla Mercedes che gli ha finanziato la carriera.

Pensate come le spese inizino già dai kart, e se si vuole correre nel mondiale occorre spendere ben 200.000 euro, roba impensabile per dei ragazzini che non hanno budget. In Formula 4 servono 300.000 euro, mentre per la Formula 3 serve addirittura un milione di euro, e parliamo di una categoria che segue la carovana della F1.

I prezzi sono ancor più elevati per la Formula 2, e si sale addirittura a 2,5 milioni di euro a stagione. Va detto che, spesso, la gran parte di chi partecipa è finanziato dalle squadre ufficiali che hanno il reparto giovani piloti, ma non per tutti accadono queste cose, e spesso anche una volta arrivati in F1 si è ancora a serio rischio.

Ne sa qualcosa Antonio Giovinazzi, che è stato licenziato dall’Alfa Romeo Racing per far spazio a Guanyu Zhou, che ha portato soldi pesanti dalla Cina. Dunque, il motorsport non è di certo per tutti, e la speranza è che in futuro qualcosa possa cambiare per cercare di aiutare più ragazzi.

Impostazioni privacy