Ferrari, ecco l’arma del riscatto: provato a Fiorano il nuovo pacchetto

La Ferrari è scesa in pista a Fiorano per il filming day, provando diverse novità tecniche. Una di esse spicca tra le altre.

La Ferrari affila le armi in vista di un week-end di gara che si annuncia tra i più attesi di tutta la stagione. Tra poche ore si scenderà in pista in Austria per le prove libere, che poi andranno a lasciare spazio al primo dei due turni di qualifica previsti sul tracciato del Red Bull Ring.

Ferrari prova una nuova ala anteriore
Ferrari con Leclerc in azione a Montreal (LaPresse) – Tuttomotoriweb.it

A Spielberg, infatti, farà il proprio ritorno il format di Baku, con la Sprint Race prevista per la giornata di sabato. La pista situata tra le montagne della Stiria sembra sorridere alle caratteristiche della SF-23, che a Montreal ha messo in mostra dei grossi passi in avanti rispetto alle tappe precedenti, ben figurando soprattutto in gestione della gomma e sul passo gara.

Per il GP d’Austria ci si attende, quantomeno, di tornare a competere per il podio, risultato ottenuto solo una volta in questa stagione, con il terzo posto ottenuto da Charles Leclerc in Azerbaijan, gara in cui è stata ottenuta anche l’unica pole position stagionale. Pensare di battere la Red Bull, o meglio, quella di Max Verstappen, è davvero complesso, ma se c’è una pista dove ci si può provare, è proprio quella di casa dei campioni del mondo.

Proprio da questa parti, il 10 di luglio del 2022, venne ottenuto l’ultimo successo del Cavallino, con Leclerc che in quella giornata superò per ben 3 volte l’olandese, con la Rossa che avrebbe potuto fare doppietta. Il colpaccio sfumò a causa della rottura della power unit che colpì Carlos Sainz, ed ora c’è voglia di riscatto.

Ferrari, Sainz prova la nuova ala anteriore a Fiorano

Come si sapeva, la Ferrari ha svolto nella giornata di martedì un filming day sul tracciato di Fiorano, sfruttando i 100 km previsti dal regolamento della FIA. Nelle prime ore del mattino, Carlos Sainz ha girato con la configurazione standard della SF-23, ovvero senza particolari novità tecniche.

Attorno a mezzogiorno, invece, è apparsa la grande novità, ovvero un’ala anteriore del tutto nuova nello schema e nel disegno. Spicca subito un endplate che è stato del tutto modificato, ovvero la parte dove c’è il logo della Santander nella foto postata in questo Tweet.

Quella a sinistra è la specifica nuova, posta a confronto con quella vecchia. Nella parte anteriore dello stesso endplate troviamo una forma molto più tondeggiante, mentre il profilo interno, ovvero quella striscia nera, che non ondeggia più come faceva in passato, ma ora si dirige direttamente verso l’alto, alla ricerca di migliori flussi d’aria da sparare verso la parte posteriore della vettura.

Cambiati anche i flap ed il mainplane dell’ala, con una soffiatura che è ora differente. La Ferrari ha svolto un lavoro molto approfondito da questo punto di vista, ricordando che oltre all’ala, era previsto anche il debutto di un fondo del tutto diverso, ma che, ovviamente, non è possibile vedere con le immagini da lontano. A questo punto, non ci resta altro che attendere le verifiche tecniche dell’Austria per notare altri aggiornamenti.

Impostazioni privacy