Sergio Perez avverte i rivali: notizia pessima per la Ferrari

Il pilota della Red Bull Racing, Sergio Perez, ha chiuso al terzo posto nel 2022, alle spalle di 3 punti a Charles Leclerc. Ecco cosa ha dichiarato.

La Red Bull Racing non ha ancora ottenuto un risultato storico nell’arco della loro storia gloriosa. Il team austriaco non ha mai chiuso una stagione con un 1-2 in classifica piloti. Perez ha mancato l’obiettivo di 3 punti, non riuscendo a stare davanti a Leclerc nella tappa finale di Abu Dhabi. Leclerc si è, ampiamente, meritato la seconda piazza.

Sergio Perez RB (Ansa Foto)
Sergio Perez RB (Ansa Foto)

In ogni caso, il Checo non è riuscito a tenersi stretto il secondo posto, pur avendo una buona costanza. Nella prossima stagione darà molto filo da torcere ai rivali. Il messicano è arrivato in Red Bull Racing con il chiaro obiettivo di portare a casa i titoli mondiali. La casa austriaca, nel 2021, è stata battuta al fotofinish dalla Mercedes. La differenza l’ha fatta la seconda guida della Stella a tre punte, Valtteri Bottas, mentre Hamilton è arrivato alle spalle di Verstappen.

Nel 2022, al secondo anno a Milton Keynes, il “Ministro della difesa messicana” ha alzato l’asticella. Ha vinto due prestigiose tappe sui tracciati cittadini di Monaco e Singapore, riuscendo a beffare il #16. I due sono arrivati in bagarre nell’ultima tappa di Abu Dhabi. Il messicano, se non avesse avuto problemi con i doppiati nell’ultimo round, avrebbe forse potuto battagliare nell’ultima tornata con il monegasco. In ogni caso il messicano non era mai arrivato al terzo posto della graduatoria mondiale e punterà a fare meglio nel 2023.

Perez mette in allarme la Ferrari

La Red Bull Racing ha dominato lo scorso campionato, conquistando 17 Gran Premi su 22, oltre a due Sprint Race. Il mattatore è stato il #33, oggi numero 1 della griglia, che si è confermato campione del mondo. La squadra austriaca ha vinto il quinto titolo costruttori della sua storia, precedendo di oltre 200 punti la Scuderia Ferrari e la Mercedes.

Sergio Perez vorrà migliorare nella prossima annata. “Dobbiamo continuare a progredire e imparare. Quello che ci è mancato l’anno scorso, per essere più completi con il mio gruppo di ingegneri”, come riportato su AS. Per lottare per il titolo mondiale dovrebbe vincere molte più gare, ma Verstappen è un osso duro. “È una questione di costanza, di gestire i momenti brutti. Per essere al tuo miglior livello ogni fine settimana”, ha raccontato l’ex driver della Racing Point. F1, imbarazzo in Red Bull: errore alla presentazione, fan in subbuglio.

La Red Bull Racing, all’inizio della scorsa stagione, ha avuto bisogno di qualche Gran Premio per trovare la quadra. “Impariamo dagli errori che abbiamo fatto, quando si tratta di prendere direzioni in l”allestimento’. Abbiamo capito cosa stavamo facendo di sbagliato con la macchina e ora stiamo andando nella giusta direzione”, ha tuonato il messicano. Parole che lanciano un messaggio chiaro alla concorrenza. La Ferrari dovrà cercare di risolvere i problemi di affidabilità delle PU sulla SF23, mentre la Mercedes proverà a cambiare tutto ciò che non ha funzionato sulla W13.

La sfida sarà totale nel 2023. I tre top team si daranno battaglia, ma la Red Bull Racing parte con un clamoroso vantaggio e le parole di Perez, ma anche di Horner e Verstappen nel giorno di presentazione della RB19, hanno confermato i feedback positivi.

Impostazioni privacy