MotoGP GP Mugello, notizia fantastica per i tifosi: cambio di rotta

Finalmente si torna a ragionare con cifre in linea con l’attuale realtà economica nostrana. Ecco tutti i prezzi per assistere alla MotoGP al Mugello.

Il dato al ribasso di presenze sulle tribune nel 2022 avrà fatto riflettere i vertici dell’Autodromo Internazionale del Mugello. Gli italiani si trovano a vivere uno dei momenti più difficili sul piano economico del storia del Belpaese e, di conseguenza, per assistere ad un evento del Motomondiale non sono disposti ad investire cifre blu.

Mugello (Twitter)
Mugello (Twitter)

Purtroppo se si fa fatica ad arrivare a fine mese o a pagare le bollette di gas e luce, gli italiani devono pensare all’essenziale. Si è parlato anche tanto dell’addio alle corse di Valentino Rossi che, certamente, non ha aiutato. Il Dottore, infatti, in oltre un quarto di secolo ha trainato sulle tribune milioni di tifosi in ogni angolo della terra. Al Mugello quando correva il #46 era sempre una festa. Venuto meno un faro leggendario, la MotoGP si è trovata, improvvisamente, al buio. Inoltre, l’impegno part-time di Marc Marquez non ha favorito l’aumento dell’interesse del pubblico. Negli ultimi tre anni lo spagnolo è stato afflitto da gravi problemi fisici.

Dopo il crash di Jerez de la Frontera nel 2020 il Cabroncito non è stato più lo stesso. Le tante operazioni per mettere a posto la spalla destra non hanno mai risolto del tutto il fastidio. Per questo motivo, proprio dopo il decimo posto nella tappa del Mugello 2022, ha deciso di operarsi negli Stati Uniti. Il centauro della Honda è stato afflitto anche da un pesante ricaduta della visione doppia, cosiddetta diplopia. Non è bastata nemmeno una super Ducati per far correre i fan italiani sulle tribune. Pecco Bagnaia ha fatto la storia, vincendo la prima corona iridata in MotoGP, recuperando ben 91 punti al campione della Yamaha, Fabio Quartararo.

Il francese, del resto, non ha potuto rispondere agli attacchi dei ducatisti. La Rossa si è dimostrata troppo più forte sul piano tecnico rispetto alla M1. Le novità della moto della casa di Borgo Panigale sono state impareggiabili. La rimonta epica di un italiano su una moto italiana avrebbe dovuto entusiasmare le folle. Pecco non sarà mai Valentino Rossi, sia sul piano della personalità che dello stile di guida, ma il problema di fondo è legato ad una crisi generale del prodotto. La F1, negli appuntamenti italiani, ha fatto registrare un clamoroso sold out. Nonostante i costi alti dei tagliandi i fan della Ferrari hanno risposto presente a Imola e a Monza.

Oggi la Formula 1 tira di più della MotoGP, o meglio fa più cool presenziare ad un evento della categoria regina del Motorsport rispetto ad uno del Motomondiale. Questo rappresenta un aspetto della crisi, oltre a quelli sopracitati. Di sicuro la top class non emergerà scimmiottando soluzioni che stanno andando per la maggiore nel circus. La F1 non è diventata popolarissima, grazie ad es. alle Gare Sprint. Nella prossima stagione, sta di fatto, che in MotoGP vedremo tantissime partenze. Tra GP e SR i semafori si spegneranno in 42 occasioni. Una rivoluzione epocale che non è detto darà maggiori frutti.

MotoGP, i nuovi prezzi del Mugello

Nel fine settimana del 9, 10 e 11 giugno andrà in scena la sesta tappa del campionato 2023 di MotoGP. Gli organizzatore hanno lanciato una super promozione. Forse per evitare un altro buco nelle tribune si sono mossi in largo anticipo. I costi sono stati ricalibrati in questa super offerta per permettere ad un maggior numero di fan di presenziare all’appuntamento toscano. Il territorio del Mugello si estende a pochi chilometri da Firenze e riunisce due aree geografiche: il Mugello propriamente detto e l’Alto Mugello o Romagna Toscana. Il tester vuota il sacco sulla nuova Yamaha M1: ecco come stanno le cose per il 2023. Date una occhiata anche al seguente articolo: MotoGP, la Honda si rinforza: ecco come puntano alla rinascita.

Per i motocilisti sarà l’occasione di raggiungere il circuito in moto, facendo una bella gita. Il parcheggio interno sarà gratuito per i centauri in sella ad una 125 o una cilindrata superiore. Fino a domenica la speciale promo prevede la possibilità di assistere all’appuntamento domenicale a soli 55 euro, mentre il pacchetto SR + GP viene a costare 76 euro. La sola Sprint Race è proposta a soli 36 euro. “L’Autodromo Internazionale del Mugello ha deciso di prorogare l‘offerta sconto Promo Mugello ancora per un quantitativo contingentato di tagliandi su tutta la tipologia di biglietti con un risparmio di circa il 25% rispetto alla prevendita abituale. L’offerta è valida fino ad esaurimento. Sul sito mugellocircuit.com sono disponibili tutte le informazioni per approfittarne”, è sancito nel comunicato.

Per i ragazzi di età compresa fra i 16 e i 18 anni sarà proposto un biglietto ridotto del 20% per tutte le tipologie di ticket, sia prato che tribune. Per le donne è riservato un biglietto ridotto del 10% su prato e su tutte le tribune. Da quest’anno, infine, sarà possibile accedere con i camper con soli 75 euro. Stavolta non ci si può lamentare, basta solo affrettarsi per prenotare il tagliando in promo.