Renault, presentata la nuova serie sportiva: guardate che mostro

Per celebrare un grande classico, la Renault ha svelato la Mégane R.S. Ultime, ultima serie di Mégane R.S.. Un autentico bolide old school.

La Renault, in vista del cambiamento epocale che ha investito anche il team di F1, ha scelto di rilanciare un cult degli anni 2000, l’ultimo modello a recare il logo Renault Sport. La sigla R.S. identifica i veicoli sportivi del Gruppo Renault. La Mégane R.S. Ultime, nome che farà scendere qualche lacrimuccia gli appassionati delle pepate auto francesi, presenta un design esclusivo che recupera i tratti visual identity di Renault Sport.

Renault Logo (Adobe Stock)
Renault Logo (Adobe Stock)

La casa d’Oltralpe ha preso una scelta importante al termine del 2020, puntando a rilanciare il nome Alpine. Dal 1977 la monoposto gialla, bianca e nera era riconosciuta in ogni angolo della terra, ma la Renault ha deciso di rivoluzionare la tradizione nel circus. Dal 2021 il team di F1 ha preso il nome di Alpine. L’auto è diventata blu, come la magnifica A110, ridando lustro, per questioni di marketing, alla sportiva francese. In risultati in pista, nella categoria regina del Motorsport, non sono stati esaltanti. Nell’abitacolo è ritornato Fernando Alonso, al fianco del promettente Esteban Ocon.

Nonostante l’esperienza del bicampione del mondo che, proprio in Renault aveva battuto Michael Schumacher nel 2005 e nel 2006, l’Alpine non è andata oltre il quinto posto nel 2021. L’asturiano ha ricalcato il terzo gradino del podio, dopo un biennio lontano dal circus. Il francese Ocon, invece, è riuscito a riportare il team transalpino sul primo gradino, in occasione della tappa di Budapest. In Ungheria, anche grazie all’aiuto di Nando, l’ex driver della Racing Point ha festeggiato il primo acuto in Formula 1. Sembrava essere il preludio per un ritorno ad alti livelli, sfruttando il nuovo regolamento tecnico. Nel 2022, invece, l’Alpine non ha conseguito nemmeno un podio. Il distacco dagli altri top team è aumentato con le wing car, sebbene in graduatoria abbiano chiuso al quarto posto, mettendosi alle spalle la McLaren targata Mercedes.

Magic Alonso ha terminato il 2022 dietro al teammate. La cocente delusione ha spinto Fernando a traslocare, nel prossimo biennio, nel team Aston Martin. Nonostante la vettura inglese abbia concluso il campionato, nettamente, dietro all’Alpine il #14 ha lasciato il team che lo aveva reso grande. Un duro colpo alla casa francese, anche perché Piastri si è legato ai rivali della McLaren. Nella prossima annata in Alpine vi sarà la coppia Gasly-Ocon, in pieno ossequio al nazionalismo transalpino. In attesa di una ventata di freschezza nel listino delle sportive a marchio Alpine, la Renault ha scelto di produrre un’ultima Mégane R.S da impazzire.

Renault, i segreti di una vettura iconica

La Renault Mégane Renault Sport è una serie di modelli hatchback ad alte performance, elaborate sulla base della Mégane, prodotta dal 2004. La vettura sportiva ha conseguito premi come “Best hot hatch” da What car? (2010-2014), “Non supercar con il miglior piazzamento” nel test annuale di auto dell’anno 2011 di Evo e “Best hot hatch” da Top Gear. Agile, briosa e molto divertente nei tratti misti ha regalato emozioni forti a tanti giovani automobilisti che l’hanno guidata. Nelle immagini in basso, tratte dal filmato del canale YouTube Planet Car News, potete osservare i dettagli dell’ultima nata.

Da notare gli stripping che si ritrovano sul tetto e cofano, paraurti posteriore, porte e parafanghi che ne esaltano l’animo sportivo. Il contrasto giallo e nero è sempre stato il colore identificativo di Renault. Quattro le tinte di carrozzeria disponibili: Nero Étoilé, Bianco Nacré, Giallo Sirio ed Orange Tonic. La Mégane R.S. Ultime presenta parafanghi anteriori più ampi di 60 cm, fari R.S. Vision, prese d’aria laterali, scarico centrale, diffusore posteriore e sedili avvolgenti per una guida sportiva. Il look giovanile è, decisamente, indovinato con particolari racing. Avete mai dato una occhiata alla Maserati Grecale in versione Barbie? E’ assurda (VIDEO). Lamborghini, testata la nuova Aventador: spettacolo unico (VIDEO).

La serie limitata, elaborata sulla Mégane R.S. Trophy, riprende la motorizzazione 4 cilindri turbo 1.8 da 300 cavalli e coppia di 420 Nm, la trasmissione automatica a doppia frizione EDC e il differenziale meccanico Torsen. L’auto scatta da 0 a 100 km/h in soli 5,7 secondi. Una vera scheggia che viaggia su pneumatici semi-slick Bridgestone Potenza S007 sviluppati per Mégane R.S. Trophy-R. I cerchi da 19 pollici Fuji Light sono il top di gamma, esattamente come l’impianto frenante Brembo bi-material con pinze rosse. Ogni elemento della vettura è pensato per ottenere il massimo della performance, con un telaio cup ribassato, l’avantreno a perni indipendenti, i finecorsa idraulici di compressione e il sistema 4Control a 4 ruote sterzanti per un comportamento super sportivo.

Laurent Hurgon, pilota e preparatore del Gruppo Renault, come riportato su Corse news, ha annunciato: “Mégane R.S. rappresenta 15 anni del mio lavoro in Renault Sport. Da Mégane II fase 2, non abbiamo mai smesso di migliorare le prestazioni dinamiche per restare leader delle trazioni sportive. I record registrati sulla Nordschleife del Nürburgring sono sfide indimenticabili, intrise di passione, adrenalina ed emozione. E ora con Mégane R.S. Ultime, sono orgoglioso del fatto che la versione simbolo della fine di questa meravigliosa epopea rechi la mia firma”.