Come diventare un ingegnere di F1? Ecco cosa dovete fare

La F1 è la massima espressione della tecnologia per le quattro ruote, e le monoposto sono elaborate da tecnici geniali. Ecco come imitarli.

Lo sport fa sognare tanti giovani, e chi non ha mai desiderato di fare il pilota o il calciatore per almeno una volta nella vita? Tuttavia, per lavorare in questi ambiti non esiste soltanto la figura dell’atleta, ma restando nel campo della F1 c’è la possibilità di farcela diventando un ingegnere.

F1, Ingegnere Ferrari (ANSA)
F1, Ingegnere Ferrari (ANSA)

Questa carica è sempre più richiesta in F1, con le squadre che hanno creato dei gruppi di recruiting per assicurarsi i migliori giovani neo-laureati. Il Circus è la massima espressione della tecnologia applicata alle quattro ruote, e soprattutto nel nuovo millennio si è accresciuta moltissimo sul fronte aerodinamico.

Infatti, non esiste soltanto colui che disegna la vettura o l’ingegnere di pista che parla con il pilota, ma questo mestiere ha tantissime ramificazioni in questo mondo. Ad esempio, è possibile diventare un ingegnere esperto in telemetria o in CFD, ma anche nella gestione del simulatore o della galleria del vento.

Con l’avvento delle complicatissime power unit turbo-ibride è aumentata la ricerca dei tecnici motoristi, e prima o poi ci sarà un cambio generazionale che potrebbe portare molti di voi che state leggendo queste righe a prendere il posto di Adrian Newey e di tanti altri geni che da anni occupano le loro postazioni.

F1, ecco come diventare un ingegnere nel Circus

La F1 affascina moltissimi ragazzi ed appassionati, ed in molti coltivano il sogno di poter lavorare, un giorno, in una squadra di questo livello. Il requisito fondamentale è quello di iscriversi ad un corso di ingegneria, se chiaramente siete interessati ad occuparvi direttamente della progettazione delle vetture e del comparto tecnico, e riuscire a laurearvi.

Il corso di studi più indicato è sicuramente l’ingegneria dell’autoveicolo, ma anche quella meccanica può sicuramente fare al caso vostro. Occorre però fare una precisazione, dal momento che parlare di ingegnere in F1 è molto generico. Se vi state chiedendo il motivo, ci teniamo a sottolineare che esistono tantissimi tipi di ingegneri nelle squadre, ed ora ve ne elencheremo alcuni.

C’è l’ingegnere di pista, ovvero quello che parla continuamente con il pilota durante le sessioni, che deve saper consigliarlo su cosa fare al volante e deve saper leggere la telemetria per capire se ci sono dei dati anomali e se c’è il rischio di problematiche serie sulla monoposto.

Poi esiste il progettista, che in alcuni casi può essere chiamato anche direttore tecnico, ma va detto che ogni squadra ha delle denominazioni differenti. Il sogno di tutti è quello di poter disegnare una monoposto, ovvero diventare come Adrian Newey. Per poter arrivare a quei livelli, oltre ad essere dei veri e propri geni, occorrono anche tanti anni di studio e fatica, visto che dopo esservi laureati occorrerà iscriversi a dei master ed imparare sempre cose nuove.

Un altro requisito fondamentale è la perfetta conoscenza della lingua inglese, che nei team è richiesta in ogni caso. Se vi trovate in Italia, vi possiamo consigliare un progetto molto interessante, ovvero Formula SAE, detta anche Formula Student. Si tratta di piccole organizzazioni che potete trovare nelle vostre università, e che si occupano della progettazione di monoposto per alcune competizioni minori.

Ovviamente, è bene cominciare dal basso per poi iscriversi a dei master ed acquisire conoscenze sempre migliori, ma un altro consiglio che vi possiamo dare è quello di puntare fortemente sulla facoltà dell’autoveicolo al dipartimento Enzo Ferrari dell’università di Monaco, che collabora con le più importanti aziende automobilistiche italiane.

Tuttavia, per arrivare a livelli così alti occorre anche avere un pizzico di fortuna, perché di profili molto competenti ne esistono a bizzeffe, ma solo in pochi riescono ad emergere. Senza dubbi, l’estero garantisce maggiori possibilità, e per accorgervene potete farvi tranquillamente un giro su Linkedin, andando a visitare le pagine di Red Bull e Mercedes.

Questi due team effettuano quotidianamente delle assunzioni sul fronte ingegneristico per assicurarsi i migliori talenti in circolazione, soprattutto quelli più giovani e laureati da poco. Da questo punto di vista, c’è una bella differenza rispetto alla Ferrari, e la cosa è poi ben visibile dai risultati che sono sotto gli occhi di tutti.

Se siete dei veri appassionati e molto intelligenti e con voglia di fare, non fatevi abbattere dalle difficoltà. Il Circus può davvero diventare la vostra vita, ed un giorno potrete dire di avercela fatta. Anche il buon Newey, da giovanissimo, non poteva immaginare di raggiungere il livello che oggi tutti noi conosciamo, e crediamo fortemente che tanti di voi possano realizzare il loro sogno.