F1, la speranza di Lewis Hamilton per la Ferrari: parole che caricano i fan

Lewis Hamilton viene dalla sua peggiore stagione in F1, ma l’augurio per il 2023 esalta i tifosi della Ferrari. Ecco cosa ha detto.

Il 2023 potrebbe essere una delle stagioni più esaltanti della storia della F1, così come rivelarsi una noia mortale per via del dominio della Red Bull e di Max Verstappen. La RB19 e l’olandese partiranno da grandi favoriti visto il dominio della stagione appena conclusa, nella quale la seconda parte di campionato non ha dato speranze alla concorrenza.

F1 Lewis Hamilton (ANSA)
F1 Lewis Hamilton spera in una Ferrari competitiva (ANSA)

La Ferrari e la Mercedes sono state le grandi sconfitte, con la Scuderia modenese e Charles Leclerc che erano partiti a razzo. Il sogno è durato soltanto un paio di mesi, mentre il team di Brackley non è mai stato della partita. La freccia d’argento ha azzeccato solo pochi week-end, con George Russell che è riuscito a salvare il bilancio imponendosi in Brasile, unica affermazione stagionale del team di Toto Wolff.

La F1 ha un disperato bisogno di avere un campionato equilibrato, come accaduto nel 2021 tra Verstappen e Lewis Hamilton. Se andiamo a vedere la storia di questo sport, di battaglie a tre squadre per il titolo non ce ne sono praticamente mai state, fatta eccezione per la bellissima stagione 2010.

All’epoca, i piloti matematicamente in corsa per il mondiale all’ultima gara furono ben quattro: le due Red Bull di Sebastian Vettel e Mark Webber, la Ferrari di Fernando Alonso e la McLaren di Hamilton, con il tedesco che uscì vincitore dal clamoroso finale di Abu Dhabi, beffando lo spagnolo ed anche il compagno di squadra.

Nel 2023 potremmo assistere ad un qualcosa di questo tipo, a patto che i top team riescano a mettere in pista delle monoposto molto simili in termini prestazionali. Della nuova Ferrari si parla un gran bene, ma le indiscrezioni lasciano sempre il tempo che trovano, visto che la differenza non la faranno le prime gare.

Gli sviluppi giocheranno un ruolo fondamentale, ed è proprio su questo aspetto che il Cavallino è stato molto deficitario nel 2022. Le due concorrenti principali, invece, fanno sempre la differenza quando si parla di upgrade, ed in questo senso occorre fare un gran passo in avanti a Maranello.

F1, Lewis Hamilton spera in una Ferrari da vertice

La Ferrari è l’essenza della F1, quella squadra senza la quale il Circus non avrebbe ragione di esistere. Anche la concorrenza sa benissimo quanto sia importante la Scuderia modenese, e per un pilota conta soprattutto vincere a bordo di una Rossa o riuscire ad imporsi a fine anno sconfiggendola dopo una dura battaglia.

Lewis Hamilton si è trovato spesso contro il Cavallino, ed a parte il 2007 e quel clamoroso finale di Interlagos dove venne sconfitto da Kimi Raikkonen, ha sempre avuto ragione delle monoposto italiane. In un recente incontro con la stampa, il sette volte campione del mondo ha auspicato un 2023 molto intenso, con la Ferrari nel ruolo di grande protagonista.

Ecco le sue parole: “Com’è ovvio che sia, voglio pensare che saremo competitivi come squadre e che toccherà a noi battere la Red Bull e Max Verstappen, ma mi auguro che la Ferrari riesca ad essere molto forte nel 2023 ed anche nei prossimi anni. Nella stagione appena conclusa hanno avuto diverse difficoltà, ma è stato bello vederli di nuovo veloci in tante occasioni. La mia speranza è quella di avere una lotta a tre per il titolo, ma non escludo altre sorprese, visto che la McLaren e l’Alpine sono cresciute molto“.

Hamilton è molto carico in vista del nuovo campionato, nella consapevolezza che potrebbe trattarsi dell’ultima occasione. A fine 2023, il contratto di Sir Lewis con la Mercedes andrà in scadenza, ed il rinnovo dipenderà molto dalle sue prestazioni e da quelle della monoposto. Immaginare un Circus senza il re nero ci viene davvero difficile, ma purtroppo il tempo passa e questo sport sta cambiando di anno in anno.

Alla fine del 2021 abbiamo salutato Raikkonen, un personaggio che manca tantissimo a tutto l’ambiente, e pochi mesi fa è toccato a Sebastian Vettel. Delle vecchie glorie sono rimasti soltanto Fernando Alonso e lo stesso Hamilton, i quali sembrano comunque intenzionati ad andare avanti. Lo spagnolo ha appena accettato la sfida dell’Aston Martin, con la quale vuole chiudere in bellezza la sua carriera.

Il rimpianto di entrambi potrà essere quello di non aver mai vinto con la Ferrari, con Nando che ci è andato vicinissimo nel 2010 e nel 2012, mentre Sir Lewis non è mai salito sulla Rossa. Questa ipotesi, ormai, è ovviamente tramontata, e per la caccia all’ottavo titolo dovrà sperare in una Mercedes di nuovo al top dopo un anno da incubo.