Ferrari cambia ancora team principal: chi sono i più longevi?

Frederic Vasseur è il nuovo Team Principal della Ferrari e sarà un ruolo sicuramente molto delicato per un uomo che sogna in grande.

Ormai è ufficiale che Mattia Binotto non sarà più il Team Principal della Ferrari nella stagione 2023 con il suo ruolo che verrà preso da Frederic Vasseur, con la sua carica ufficiale che partirà dall’inizio del nuovo anno e il francese sogna di poter raggiungere i più longevi della storia della Rossa.

Ferrari, Vasseur (ANSA)
Vasseur (ANSA)

C’è grandissimo interesse attorno alla Ferrari 2023, con il Cavallino Rampante che dopo essere tornata finalmente a vincere diverse gare a questo punto sogna a tutti gli effetti il trionfo Mondiale.

Non ci sarà dunque Mattia Binotto a capo della Scuderia di Maranello, con l’ingegnere italiano che è stato fatto fuori per poter promuovere Federic Vassuer, con l’ex Team principal dell’Alfa Romeo che si è detto ben felice di poter iniziare questa nuova avventura.

Nella storia di Maranello si tratta solamente del terzo Team Principal straniero mella storia della Rossa, con lo svizzero Peter Schetty e il francese Jean Todt che lo hanno anticipato, anche se ci sarebbe anche Mattia Binotto nato a Losanna in Svizzera, ma in realtà il suo passaporto è italiano.

Ovviamente l’obiettivo del francese è quello di ripercorrere in tutto e per tutto il percorso del suo illustre connazionale, perché Jean Todt non solo è stato il Team Principal più vincente della storia della Ferrari, avendo preso parte a tutti e cinque i trionfi di Michael Schumacher e a quello di Kimi Raikkonen nel 2007, ma è stato anche il più longevo.

Il suo insediamento a Maranello infatti iniziò nel 1993, con il transalpino che prese il posto del predecessore Sante Ghedini, con il dirigente che aveva lavorato per tanti anni all’interno della Ferrari diventandone però Team Principal solo nel biennio 1992 e il 1993.

Furono sicuramente due delle peggiori annate nella storia della Rossa, con le vittorie che non arrivarono mai in nessun Gran Premio e dunque dall’1 luglio 1993, dunque nel bel mezzo della stagione, Todt prese il posto dell’italiano.

Non mancarono ovviamente le critiche nei confronti del transalpino, ma in tutte le sue stagioni iniziate e concluse con la Ferrari sono sempre arrivate delle vittorie in gara, dato che nel 1994 fu finalmente Gerhard Berger a interrompere un digiuno di successi che perdurava da ben quattro anni.

La prima vittoria iridata arrivò comunque nel 2000, dunque ci vollero ben 7 anni, ma in totale Jean Todt rimase a Maranello 14 stagioni, ampiamente il periodo più lungo della storia.

Al secondo posto in questa particolare classifica troviamo un italiano che purtroppo non ha potuto festeggiare come avrebbe voluto i suoi anni a Maranello.

Stiamo parlando infatti di Marco Piccinini, con il suo ruolo di Team Principal che durò dalla stagione 1978 a quella 1988, dunque per ben 10 anni consecutivi e 11 stagioni, ma purtroppo riuscì a vincere solamente il Mondiale del 1979 con Jody Scheckter.

La sua avventura a Maranello terminò nel momento in cui morì Enzo Ferrari nel 1988, ma in pochi sanno che nel biennio tra il 2011 e il 2012 divenne addirittura Ministro dell’economia del Principato di Monaco.

Vasseur punta Todt e Piccinini in Ferrari: chi ha sfiorato la doppia cifra?

Dunque sono solamente due i Team Principal all’interno della Ferrari che hanno avuto modo di poter toccare il decennio di permanenza a Maranello, con diversi nomi che hanno dovuto accontentarsi indicativamente di un periodo tra i 4 e i 5 anni.

Uno di quelli più longevi è sicuramente stato Stefano Domenicali, ovvero il sostituto proprio di Jean Todt, con il suo percorso a Maranello che durò dal gennaio 2008 fino all’aprile 2014, quando lasciò la squadra a inizio Mondiale lasciando il posto per pochi mesi a Marco Mattiacci.

Il posto di quest’ultimo venne preso da Maurizio Arrivabene, un altro che ebbe modo di poter disputare un totale di quattro stagioni, ovvero dal 2015 al 2018, con il suo addio che fu sicuramente sorprendente.

Alcuni tra i nomi più curiosi sono quelli legati a Nello Ugolini, con la sua permanenza come Team Principal che fu tra le più longeve, ma in questo caso avvenne in due periodi diversi.

Nella prima circostanza infatti fu il capo della Ferrari dal 1934 al 1939, un periodo dove non esisteva ancora la Formula 1, mentre nella massima competizione internazionale divenne l’uomo Ferrari dal 1952 al 1955, dunque godendosi a pieno titolo i trionfi di Alberto Ascari.

Quattro sono state anche le stagioni di Eugenio Dragoni dal 1962 al 1966, dove riuscì a vincere il titolo nel 1964 con John Surtees, mentre prima di lui ci fu Romolo Tavoni dal 1957 al 1961, con i suoi titoli Mondiali che furono nel 1958 con Mike Hawthorn e nel 1961 con Phil Hill.