Russell ed Hamilton nella storia: non accadeva da più di 10 anni

George Russell e Lewis Hamilton sono stati splendidi protagonisti del GP in Brasile e hanno avuto modo di rinverdire una tradizione unica.

Dopo una stagione davvero molto complicata la Mercedes torna finalmente a vincere una Gran Premio, con il Brasile che sembrava davvero essere la tappa perfetta per poter realizzare questo grande traguardo con George Russell e Lewis Hamilton che hanno avuto addirittura la forza di poter realizzare una grande doppietta, il che riaffiora alla mente uno straordinario precedente.

Hamilton Russell
Collage (Ansa Foto)

Dopo una stagione così complicata l’obiettivo della Mercedes era quello di poter vincere almeno un gran premio entro la fine del Mondiale, con il traguardo che è stato realizzato proprio alla penultima tappa.

A quel punto però la Scuderia tedesca ha voluto esagerare, perché non si è accontentata solamente di poter salire sul gradino più alto del podio con George Russell, ma ha deciso a tutti gli effetti di poter realizzare una favolosa doppietta.

Subito sotto il giovane britannico infatti si è piazzato Lewis Hamilton, con il fenomeno 7 volte campione del mondo che ora però ha solamente la gara di Abu Dhabi per poter vincere almeno una gara anche in questo 2022 e mantenere così inalterato il suo record assoluto.

È stato comunque molto bello vedere come il baronetto non abbia cercato di rovinare il momento davvero magico di Russell, perché l’ex pilota della Williams ha avuto così l’opportunità di vincere il primo Gran Premio della sua carriera.

In questo modo dunque la Mercedes ha avuto l’opportunità di poter realizzare una doppietta, un evento che non accadeva dal 2021 con Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, anche se va detto che questa accoppiata si è vista molto spesso sul podio l’area 2017 al 2021.

Non parliamo poi di come le doppiette Mercedes fossero assolutamente la normalità negli anni di Hamilton e Nico Rosberg, ma quello che lascia davvero stupefatti della doppietta dalla scuderia di Stoccarda in Brasile è un’altra curiosità.

Infatti non si tratta solamente di una doppietta Mercedes, ma anche di una doppietta britannica, dato che i due sono connazionali hanno dimostrato di poter coesistere perfettamente all’interno della stessa scuderia nonostante entrambi abbiano grandi intenzioni di poter diventare campione del mondo e abbiano età differenti.

Già in passato Hamilton aveva avuto l’opportunità di poter collaborare con un connazionale all’interno della stessa scuderia, ma allora si era in McLaren e il compagno di squadra era Jenson Button, un campione del mondo esattamente come lui.

Dal 2010 al 2012 dunque avuto l’opportunità di poter correre con la stessa vettura, con i risultati che sono stati solamente altalenanti, certamente positivi, ma che non hanno portato ad alcun titolo Mondiale.

Eppure loro due sono stati in grado di poter realizzare una straordinaria doppietta tutta britannica, quella che prima del Gran Premio del Brasile risultava essere l’ultima della storia.

La memoria dunque deve tornare al 13 giugno 2010, con il Gran Premio del Canada che permise di realizzare una straordinaria doppietta, l’ultima nella storia della scuderia di Woking e anche quella che era l’ultima britannica.

Hamilton e Russell eguagliano Lewis e Button: gloria britannica

La Gran Bretagna esiste sempre stata una nazione che ha regalato al mondo della Formula 1 una serie di grandissimi piloti, con Jenson Button che probabilmente è stato uno di quelli meno celebrati.

Sono troppi purtroppo quelli che pensano che la sua vittoria nel Mondiale del 2009 sia stata dettata solamente dalla strapotenza della Brawn GP, con la Scuderia che indubbiamente era la migliore, ma non dimentichiamo come compagna di squadra Rubens Barrichello chiuse terzo alle spalle della Red Bull di Vettel.

La vittoria di quel Mondiale dunque è stato grande merito del pilota inglese, uno di quelli che si è sempre dimostrato tra i migliori nella storia sul bagnato, una caratteristica che lo rende così un mito assoluto.

Inoltre ricordiamo come Russell sia ormai vicinissimo a poter realizzare un altro record che può condividere proprio con lo stesso Button e con Nico Rosberg.

Nella sua straordinaria carriera Lewis Hamilton infatti solamente in due occasioni aveva dovuto guardare il proprio compagno dal basso verso l’alto nella classifica generale, prima nel 2011 proprio combattono e poi nel famosissimo 2016 con una Nico Rosberg.

A una gara dalla fine Russell ha 25 punti di vantaggio su Hamilton, dunque il 7 volte campione del mondo dovrebbe sperare in un ritiro del compagno e di una sua vittoria in gara con il giro veloce per poterlo superare in classifica, una situazione che si fa davvero molto complicata.

Questo tipo di rivalità però non sembra assolutamente esserci tra le parti, con i due piloti della Mercedes che hanno dimostrato ampiamente di poter collaborare e di pensare unicamente al bene della Scuderia, per questo motivo attenzione al 2023 perché le Frecce d’argento sono tornate più cariche che mai.