F1, George Russell al settimo cielo: arriva una dedica da brividi

Il pilota della Mercedes, George Russell, ha festeggiato il primo successo in carriera in F1. Il giovane inglese ha preceduto il suo esperto compagno di squadra.

Il weekend si è aperto con una qualifica sorprendente e si è concluso con un risultato inaspettato. Inoltre, la Sprint Race di Interlagos si è confermata la migliore dell’intero calendario di F1. La pista, con i suoi saliscendi e la mitica “S” di Senna garantisce sempre un grandissimo spettacolo. Da appassionati come voi ci auguriamo che il tracciato possa rimanere nel calendario ancora per tantissimi anni. La terza ed ultima SR della stagione è risultata godibile anche a causa della pioggia che ha stravolto i piani dei top team in qualifica. La favolosa pole di Kevin Magnussen rimarrà nella storia.

George Russell (Ansa Foto)
George Russell (Ansa Foto)

Se Verstappen, Russell e Sainz sono riusciti a partire nelle prime posizioni, Lewis Hamilton, Sergio Perez e Charles Leclerc, per motivi diversi, sono scattati dall’ottava, nona e decima casella nella gara sprint. Un po’ come accaduto nel 2021 con il rimontone di Lewis Hamilton dalle retrovie, nella gara breve vi sono stati numerosi sorpassi e colpi di scena. Il layout del circuito permette azioni spettacolari, esaltando le caratteristiche degli staccatori. Max Verstappen ha avuto un drop pesante sulla mescola gialla, scelta per avere un set di gomme soft in più per la corsa. Il bicampione del mondo ha provato a difendere la sua prima piazza finché ha potuto, dopo aver scavalcato la Haas di Magnussen.

Il pilota olandese è stato poi rimontato dal duo della Mercedes e anche dallo spagnolo Sainz. I due ex compagni della Toro Rosso hanno dato vita ad una bella battaglia. Nonostante le mescole rosse è sembrata in difficoltà anche l’altra Red Bull Racing. Sergio Perez ha fatto fatica sul passo, precedendo Leclerc. Per la Scuderia i primi due giorni in Brasile sono stati l’ennesima riprova che c’è ancora molto da imparare. Imbarazzante quando accaduto in qualifica con il solo Leclerc messo in pista nel decisivo Q3 con gomme intermedie su una pista ancora asciutta. Il monegasco ha vissuto una Sprint Race in salita, palesando una certa insofferenza per le incapacità degli uomini al muretto. Non è la prima volta che gli strateghi fanno danni, provando strade alternative che si rivelano sbagliate.

Nello scenario di Interlagos hanno dimostrato evidenti passi in avanti, in termini di ritmo, i rivali della Mercedes. Le Frecce d’argento hanno sfoderato una prestazione maiuscola nella Sprint Race, vincendo con Russell e monopolizzando la prima fila. Complice, in tal caso, è stata l’inaffidabilità dei motori del Cavallino. Il Superfast sarebbe dovuto essere un punto di riferimento nel 2022, ma si è dimostrato troppo fragile e meno performante di quello Honda. Sainz è stato costretto così a partire dalla quarta fila in settima posizione nel GP. La Mercedes si sta riprendendo alla grande dopo un inizio di stagione da incubo. La Scuderia, invece, ha fatto il percorso inverso. Le sensazioni in vista di Abu Dhabi non sono molto positive e la lotta al secondo posto è ancora aperta.

Le parole emozionanti di George Russell

Nel Gran Premio del Brasile è successo di tutto, ma alla fine la Mercedes si è confermata al vertice, grazie ad un ritmo superiore alla RB e alla Ferrari. Per Russell i metri di paragone sono stati Perez e Sainz perché Leclerc è finito fuori dal vertice della classifica per un contatto con Lando Norris della McLaren. Il monegasco è andato a muro, ma è riuscito a ripartire. Hamilton e Verstappen sono tornati ai fasti del 2021, facendo scintille alla S di Senna. I due sono toccati, ma ha avuto la peggio Max Verstappen. Un’altra Safety Car ha stravolto le gerarchie. Protagonista sempre una McLaren, ma stavolta è stato un problema tecnico a fermare Lando Norris.

Prima è stata emessa una VSC, favorendo il pit stop di Carlos Sainz e poi è stata messa in pista la Safety Car. Sainz ha avuto così la possibilità di recuperare la terza piazza, sfruttando al massimo le mescole soft. Perez è crollato alle spalle anche di Leclerc e Alonso. George Russell ha festeggiato alla fine il suo primo successo in carriera, davanti ad Hamilton. “È un’emozione incredibile, devo ringraziare il team per aver reso tutto questo possibile. È stata un’altalena di emozioni questa stagione e anche questa gara. È stata davvero dura, mi sono sentito in controllo ma Lewis era super veloce e alla fine dopo la Safety Car pensavo sarebbe stata una conclusione davvero difficile. Ho sentito moltissimo la pressione ma sono contento di aver portato a casa la vittoria”, ha spiegato Russell.

“Sono senza parole. Nel giro di rientro tutti i ricordi della mia carriera mi sono tornati in mente, a partire dalle mie prime gare con i go-kart. Devo ringraziare tutti quelli che mi hanno dato questa opportunità, quindi il programma Mercedes, ma la lista è davvero infinita”, ha chiosato il nativo di King’s Lynn.

Impostazioni privacy