È lui il nuovo Valentino Rossi: l’esperto non ha dubbi

Il nome di Valentino Rossi ci fa pensare ad una leggenda delle due ruote, ed un giovane talento è stato accostato a lui. Ecco chi.

Valentino Rossi ha ben pochi eguali nella storia delle due ruote, e non solo per via dei nove titoli conquistati nel Motomondiale. Il “Dottore” ha segnato un’epoca, e la sua più grande vittoria è stata quella di aver reso popolare uno sport che prima era una sorta di nicchia, riservata ad un gruppo di appassionati.

Valentino Rossi (ANSA)
Valentino Rossi (ANSA)

Ormai è trascorso quasi un anno dal ritiro di Valentino Rossi dalla MotoGP, ma un italiano è vicino al sogno di succederlo come italiano campione del mondo della top class. Il suo nome è Pecco Bagnaia, che questo fine settimana in Malesia avrà la possibilità di chiudere i conti e di salire sul tetto del mondo.

Una categoria in cui il titolo è già stato assegnato è la Moto3, dove Izan Guevara ha chiuso i conti dominando il Gran Premio d’Australia di Phillip Island corso una settimana fa. Il rider del GasGas Aspar ha reagito alla fuga iniziale di Dennis Foggia e del compagno di squadra Sergio Garcia, rimontando e portandosi a casa il mondiale con due tappe di anticipo. Su di lui ci sono parole clamorose e che fanno ben sperare.

Valentino Rossi, Izan Guevara lo ricorda in pista

La stagione di Izan Guevara in Moto3 è stata strepitosa, e c’è già chi lo paragona a Valentino Rossi. Negli ultimi giorni, Gino Borsoi, Nico Terol e Jorge Martinez Aspar, vale a dire i tre responsabili del team GasGas Aspar, hanno raccontato il personaggio in un’intervista esclusiva concessa a “Marca“, dove i paragoni importanti si sono sprecati.

Le parole più importanti le ha rilasciate Borsoi, che ha dichiarato: “Lo ha dimostrato in gara. Oltre a vincere il mondiale, lui voleva anche vincere la gara, prendendosi dei rischi pur di  provarci a tutti i costi. Ha un talento pazzesco. Su un circuito dove non aveva mai corso, dove in questi giorni abbiamo avuto freddo, bagnato, vento, cambiamento delle condizioni meteorologiche, il che rende ancora più difficile imparare su un circuito che, del resto, non è per niente facile, gli ci è voluto solo un giorno in più e qualche giro per capire come andare veloce a Phillip Island“.

Lui voleva vincere, anche se non era necessario. Lui non molla mai, ed in Giappone mi hanno chiesto a chi penso assomigliasse. Penso di aver esagerato forse, ma non credo poi troppo. Penso che assomigli molto a Valentino Rossi. Per il modo di andare in moto, per la voglia di vincere sempre ed anche per come si comporta nel paddock e con la squadra, la vive in modo molto simile

Borsoi ha concluso: “Lui è sempre sorridente, scherza sempre. Lavora quel tanto che basta, questa è la realtà, ma con il talento poi aggiusti tutto. Lavora poco come faceva Valentino ai suoi tempi. Quando lo vedo dico che sembra veramente una sua copia. Quando parliamo di Vale sappiamo che stiamo parlando del miglior pilota della storia, o di uno dei migliori, e bisognerà vedere quando Izan arriverà in Moto2, come si adatterà alla categoria e se avrà la velocità per salire in MotoGP, ma credo che ce la farà, non ho dubbi“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news