F1, chi sfiderà la Red Bull nel 2023? Mazzata contro le ambizioni Ferrari

La Red Bull è la grande favorita anche in chiave 2023, ma dall’Olanda si punta sul ritorno al top in F1 della Mercedes. Ecco tutti i motivi.

Il mondiale di F1 targato 2022 è ormai fatto e finito, con Max Verstappen vicino al bis iridato. A dire il vero, il campionato è stato ipotecato dall’olandese già da tempo, in particolare dal Gran Premio di Francia, dove il ritiro di Charles Leclerc spalancò le porte al figlio di Jos, che fece il vuoto decisivo, prima di vincere in rimonta anche in Ungheria seppellendo in maniera definitiva tutti i sogni del monegasco.

F1 Ferrari (LaPresse)
F1 Ferrari (LaPresse)

La Ferrari, dopo essere stata umiliata dalla Red Bull in tutti i sensi, dovrà ora guardarsi addirittura dalla Mercedes, che ha vissuto una stagione davvero terribile, ma che con il duro lavoro è tornata competitiva. La freccia d’argento era lontanissima dalle due principali contendenti su una pista veloce come quella di Monza, ma già a Singapore potrebbe riproporre le prestazioni viste in Olanda.

La F1 è un mondo dove tutto viaggia alla velocità della luce, ed è chiaro che bisogna essere bravi ad adeguarsi ed a sviluppare con fretta i propri mezzi tecnici. La Ferrari, come al solito, non lo ha fatto a dovere, venendo seminata dalla Red Bull e subendo il ritorno delle Mercedes, che ora puntano dritte al secondo posto nel mondiale costruttori.

Perdere anche la piazza d’onore nella classifica riservata alle squadre sarebbe l’ennesima umiliazione per un team allo sbando, che non ha saputo approfittare di una grandissima macchina nella prima parte di campionato, compromettendo tutto tra errori strategici, errori di guida e problemi di affidabilità.

Verstappen e la Red Bull stanno ora veleggiando verso la conquista del campionato, e c’è da dire che se lo meritano tutto visto come si sono comportati, reagendo alle difficoltà di inizio stagione. La RB18 è cresciuta strada facendo, perdendo peso con una serie di aggiornamenti che l’hanno resa la monoposto migliore non solo sui rettilinei, ma anche in ogni tipo di curva.

Ciò significa che la Ferrari era superiore nel misto non per via di una scelta progettuale più corretta, ma soltanto per un peso minore, con il team di Milton Keynes che poi ha recuperato strada facendo ponendosi in vetta. Anche Verstappen ci ha messo del suo, proseguendo a fare una differenza clamorosa con Sergio Perez, che dopo le prime gare non ha più potuto nulla.

Adesso, gli occhi delle squadre sono già rivolti al prossimo anno, dove la Ferrari dovrà reagire per forza, ma ci sono già molti dubbi sul fatto che lo farà a dovere. Mattia Binotto ha già confermato in blocco tutta la squadra, evitando di pensare a rivoluzioni o cambiamenti di personale. Ciò fa capire che non c’è la minima voglia di imparare dagli errori, dal momento che essi si ripetono ormai da troppi anni.

F1, dall’Olanda immaginano una Mercedes al top

La Mercedes sta man mano riguadagnando posizioni importanti, e per il 2023 può candidarsi ad un ruolo da protagonista. La Red Bull è decisamente la vettura migliore in questa prima parte di esperienza con le F1 ad effetto suolo, con un gap sulla concorrenza che è decisamente cresciuto da dopo l’estate.

Max Verstappen viaggia indisturbato verso il secondo titolo mondiale, ma in Olanda sono già proiettati sul mondiale 2023. Il podcast di “RacingNews365” con protagonisti Ruud Dimmers e Tom Coronel ha descritto le motivazioni della superiorità del figlio di Jos, facendo anche il punto sul prossimo anno.

Ecco cosa si è detto: “La RB18 è sicuramente la vettura che più si adatta a tutte le condizioni. Magari è leggermente dietro alla Ferrari in qualifica, anche se ultimamente si è avvicinata e di molto, ma in gara, con Verstappen soprattutto, gestisce molto meglio le gomme, e Max è semplicemente migliore di Perez in questo“.

Sul fronte del prossimo campionato di F1, ci si chiede già chi sarà il principale sfidante di Verstappen e della Red Bull. La lotta è chiaramente tra Ferrari e Mercedes, con la Scuderia modenese che sta calando nelle performance ed il team di Brackley che è, almeno sulle piste ad alto carico, in forte ascesa.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

L’usura delle gomme è un grande problema per la Ferrari, stanno affrontando una fase di stagione molto difficile. La Mercedes si sta avvicinando molto, anche se hanno fatto qualche errore, ma credo che il prossimo anno avranno una macchina migliore rispetto alla Rossa. Russell ed Hamilton hanno la possibilità di gestire le gomme meglio rispetto alle Ferrari, e questo mi porta a pensare che saranno i concorrenti di Verstappen e della Red Bull. Ma ovviamente dobbiamo aspettare ancora alcuni mesi“.