F1, Max Verstappen è una furia: arrivano parole di fuoco

Il campione della Red Bull Racing, Max Verstappen, ha difeso l’operato del suo team nel corso dell’ultima trasferta in Olanda.

Max Verstappen, in carriera, non ha mai vinto cinque gare consecutive. Dopo aver festeggiato il quarto trionfo di fila davanti al suo pubblico proverà a superarsi in terra italiana. L’auto austriaca sembra nata per fare il massimo nel Tempio della velocità. La RB18 è una vettura impressionante in termini di velocità pura. In questo momento il pilota migliore della griglia guida anche la vettura più forte. Gli sviluppi hanno aiutato il team ha fare gli ultimi step verso la perfezione.

Max Verstappen (Ansa Foto)
Max Verstappen (Ansa Foto)

Nella prima parte di stagione la Ferrari F1 – 75 aveva un evidente vantaggio nei tratti misti. Pian piano la squadra austriaca è migliorata anche nelle curve medio lente, seguendo alla lettera le indicazioni del suo campione. Verstappen nella seconda parte di stagione non ha avuto rivali. Dopo aver recuperato lo svantaggio, dovuto principalmente a due ritiri nelle prime tre gare del 2022, il figlio d’arte di Jos ha lasciato solo le briciole ai competitor. Nel 2022 il ventiquattrenne ha già vinto dieci gare su quindici. Dopo aver detronizzato un fenomeno come Lewis Hamilton, nella scorsa annata, Max è maturato ancora di più. Nel 2022 ha commesso due sbavature, in Spagna e in Ungheria, influenti ai fini della vittoria. L’olandese punterà al massimo risultato anche a Monza.

Proprio come i più grandi campioni del passato il #33, oggi numero 1 della griglia, è insaziabile. La sua fame di vittorie è impressionante e guidando per un team con pochi punti deboli tutto risulta più semplice. La Red Bull Racing commette pochissimi errori in termini tecnici e di strategia. Sull’auto ad effetto suolo austriaca Max, forse per la prima volta in carriera, si è ritrovato in una condizione di evidente superiorità, dopo un inizio difficile. I competitor non sono stati all’altezza, ma contro questo Verstappen sarebbe stata dura anche con una vettura, leggermente, superiore. Nonostante la giovane età l’esperienza dell’olandese è già importantissima.

F1, l’obiettivo Max Verstappen

L’olandese è maturato tanto sotto diversi aspetti. Oggi gestisce le corse in modo sapiente, trovando il modo di massimizzare, anche nei rari casi di giornate negative. Verstappen è fortissimo nell’uno contro uno, veloce e non soffre la pressione. Un mix letale, unito ad un team di una forza straordinaria. A Spa la RB18 appariva, assolutamente, imbattibile, tuttavia Max è tornato sulla terra a Zandvoort, conquistando la pole position per pochi millesimi. In gara ha sofferto ben più della tappa in Belgio, nonostante la partenza dalla prima fila. L’uscita della VRS, di certo, ha dato una grossa mano all’olandese, ma molto probabilmente, avrebbe vinto lo stesso.

Max si trova in uno stato di forma spettacolare è a Monza potrà fare la differenza. Lo chiamano tempio della velocità non a caso. Il tracciato ha una velocità media spaventosa rispetto alla maggior parte dei circuiti del calendario di Formula 1. I tifosi sugli spalti saranno vestiti di rosso per spingere gli alfieri della Scuderia, ma l’olandese vorrà riscattare la performance della scorsa annata. Nel 2021, in piena lotta con Hamilton, finì per centrarlo alla prima variante, atterrando sulla W12 dell’anglocaraibico. Non ci furono conseguenze fisiche per i due campioni, ma lo zero ebbe una certa rilevanza nel corso degli eventi della passata stagione. Oggi Max arriva a Monza con un super vantaggio sulla concorrenza. Ecco gli orari del weekend brianzolo.

In merito alle critiche e le offese piovute sulla stratega della Red Bull Racing, Hannah Schmitz, il pilota olandese a Sky ha dichiarato: “Non è giusto e sono contento che abbiamo rilasciato questa dichiarazione per risolvere (il problema, ndr), è il modo in cui dovrebbe essere fatto. Ma questi incidenti non dovrebbero nemmeno accadere e pensare a queste cose è fondamentalmente ridicolo. Come puoi pensare che sia possibile in questo sport? Quello che è successo è terribile, ma Hannah è una persona forte che sa cosa sta facendo. Non credo che sarà in giro questo fine settimana, ma glielo dirò sicuramente quando la vedrò. Non dovrebbe comunque prestarci troppa attenzione perché queste persone non la meritano”. Verstappen, un record storico battuto? Un campione fece meglio.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Questo è il problema con i social media: tutti possono dire quello che vogliono. Occorre un maggiore controllo sui messaggi di odio. Alcune aziende sembrano sottolinearlo, ma non è sufficiente perché puoi creare un altro account e continuare così. Certo, puoi andare altrove anche se bloccano il tuo indirizzo IP. Le persone sono abbastanza intelligenti da trovare un modo per aggirarlo. Sicuramente una soluzione va trovata. Certo, i social stanno crescendo e questa è una buona cosa e un ottimo strumento, ma ci sono anche diversi aspetti negativi – ha analizzato Max – Non importa quale squadra sia, generalmente è ridicolo. Ma d’altra parte, sappiamo cosa stiamo facendo e amiamo lo sport, quindi dobbiamo andare avanti. Ovviamente siamo molto contenti della nostra vittoria a Zandvoort. Quello che la gente dice sui social media non ci riguarda davvero, ma queste cose non dovrebbero mai accadere. Ecco perché ne stiamo parlando, perché speriamo che non accada di nuovo tra qualche anno. Ma siamo una squadra solida e siamo concentrati sul nostro lavoro“.