F1, occasione d’oro per George Russell: c’è solo una preoccupazione

Grandissima chance per George Russell nella tappa italiana. Il giovane driver della Mercedes ha la possibilità di ottenere un altro bel risultato.

In casa Mercedes l’umore è spaccato tra i due box. Lewis Hamilton dovrà rimontare dal fondo dello schieramento, provando a sfruttare la cavalleria della quarta Power Unit. Una rimonta non facile perché Monza non è, esattamente, Spa Francorchamps. Il tracciato brianzolo può risultare anche ostico per i piloti nel gruppone, ma di sicuro chi avrà una grossa chance di emergere è George Russell.

George Russell Mercedes (Ansa Foto)
George Russell Mercedes (Ansa Foto)

Il pilota inglese è super galvanizzato per la prova di Zandvoort. Il nativo di King’s Lynn ha dimostrato di avere già una maturità da campione assoluto. La richiesta esplicita di voler rientrare per il cambio gomma per affrontare l’ultima parte di gara è passata un po’ in secondo piano. L’attenzione è finita sulla bordata di Lewis al suo team, reo di non aver letto la dinamica della corsa e di non avergli montato un treno di gomme soft. Il sette volte campione del mondo è stato sverniciato dal giovane compagno di squadra, dopo aver subito il sorpasso anche di Verstappen. La proposta di aver un nuovo set di gomme è arrivata, però, dall’ex Williams che aveva intuito la necessità di nuove mescole, alla ripartenza dopo i giri dietro la Safety Car.

La realtà è che in Olanda George è stato analitico e non si è lasciato prendere dalla frenesia. Dopo un filotto di cinque gare consecutive sul podio, al rientro dal summer break, Lewis Hamilton ha commesso degli errori imperdonabili. La fretta di voler superare Fernando Alonso, al primo giro, in Belgio lo ha condotto al primo ritiro stagionale, avendo chiuso completamente la traiettoria interna allo spagnolo. Il crash è stato anche molto pesante. Pronti, via in Olanda, il #44 ha centrato Sainz, senza apparenti conseguenze, ma in staccata non era riuscito a placare l’istinto di affondare il colpo. A Zandvoort, poi, la gara si era messa bene per la Mercedes perché il ritmo era di un certo livello. Ferrari, soluzione estrema per Monza: come reagirà la Red Bull? (FOTO)

George Russell sogna un risultato importante

Il giovane inglese ha, sin dalle prime battute del campionato, tenuto un ritmo eccellente. Sempre in top 5 nelle prime nove gare, si è fermato a Silverstone per una incredibile carambola con Gasly e Zhou. Dopo il passo falso in Inghilterra, George ha ripreso a macinare risultati di alto profilo, arrivando per tre volte sul podio nelle successive cinque gare. Un ritmo indiavolato che, unito all’assenza di ribalzi a seguito della direttiva tecnica anti porpoising, potrà regalare ancora tante altre soddisfazioni alla squadra anglosassone. La vittoria, infatti, ora non sembra più così distante e l’occasione a Monza è ghiotta. F1, Verstappen cuore d’oro: commuove una leggenda del passato.

I principali rivali di Russell partiranno nelle retrovie. Perez, Sainz e anche il suo teammate Hamilton dovranno scontare delle penalità. Max Verstappen sarà costretto a partire minimo dalla terza fila per la sostituzione dell’ICE. Ciò vuol dire che il numero 63 dovrà vedersela con Leclerc per la pole position. La prima fila è un risultato alla portata e se, eventualmente, la Mercedes dovesse avere il passo giusto potrebbe anche portare a casa un risultato storico. Naturalmente il favorito rimane Max Verstappen e Charles Leclerc venderà cara la pelle, ma un altro podio consentirebbe a Russell di avvicinarsi ulteriormente alle prime tre posizioni della classifica piloti. Per ora il vantaggio di Leclerc e Perez è di soli tredici punti, mentre GR63 ha 30 punti in più di Hamilton.

Dopo i primi due turni di libere, la W13 ha messo ancora in luce qualche problema di saltellamento. A tal proposito George Russell ha dichiarato: “Credo dovremmo cercare di gestirlo. E’ stata una giornata un po’ strana. Nelle FP1 sembravamo abbastanza forti ma poi Ferrari e Red Bull hanno fatto dei passi in avanti e noi un passo indietro. C’è un bel po’ di lavoro da fare. Ho avuto un contrattempo e può essere complicato in vista della gara”. Ci sarà da affrontare la questione in vista di domani, ma di sicuro George non può non ritenersi fortunato per la possibilità che avrà di qualificarsi in prima fila.