MotoGP, Marquez torna in sella alla Honda: dichiarazioni spiazzanti

L’otto volte campione del mondo, Marc Marquez, ha finalmente riprovato il gusto della velocità. Ecco le sue sensazioni dopo la prima giornata a Misano.

Dopo aver ospitato il Gran Premio motociclistico di San Marino e della Riviera di Rimini il tracciato di Misano è stato teatro della prima giornata di test. Tempo di esperimenti e verifiche in una due giorni di prove che ha rivisto in pista Marc sulla RC231V del Repsol Honda Team, per la prima volta dalla tappa del Mugello. Il Cabroncito è stato costretto a saltare sei round consecutivi.

Marc Marquez (Ansa Foto)
Marc Marquez (Ansa Foto)

Il catalano ha corso, complessivamente, sei gare nel 2022 senza mai salire sul podio. In Indonesia e Argentina MM93 non ha preso parte ai GP per il riacutizzarsi del problema di visione doppia. Archiviato il guaio alla vista, Marc ha fatto una tremenda fatica a trovare il feeling giusto con la Honda. In parte i problemi sono dipesi da una questione legata al feeling con la moto, ma soprattutto a causa dei suoi guai fisici. Il centauro di Cervera non aveva forza nel braccio destro. Dopo la gara del Mugello, conclusasi al decimo posto, il fenomeno della Honda ha deciso di sottoporsi alla quarta operazione chirurgica all’omero.

Il primo obiettivo del ventinovenne è tornare a sentirsi a suo agio sulla moto. Non saranno affrettati i tempi perché un passo falso potrebbe tradursi con un addio definitivo alle corse. Si è trattata, infatti, dell’operazione definitiva. Lo spagnolo ha deciso di voler provare a girare nei test per due motivi. Rispetto ad un weekend di gara, le prove espongono a meno rischi e anche per sistemare un progetto che è naufragato in ultima posizione. La Honda è crollata all’ultimo posto della classifica costruttori. Con soli 96 punti in graduatoria, la casa di Tokyo è il fanalino di coda, alle spalle anche della Suzuki che il prossimo anno si ritirerà dalle corse. MotoGP, Marc Marquez gesto da brividi per Dovizioso: sono tutti commossi.

Marquez, piccoli passi in avanti

Nella prima giornata di test i riflettori sono stati puntanti sull’otto volte campione del mondo. La MotoGP ha un disperato bisogno di ritrovare in pista, in vista del 2023, il miglior Marc Marquez. L’addio di Valentino Rossi e i problemi fisici dello spagnolo della Honda hanno rappresentato una mazzata per gli ascolti. La prima giornata di test è stato positiva. La Honda ha lavorato a testa bassa per iniziare a capire come impostare il progetto in vista della prossima annata. La squadra nipponica ha anche ingaggiato Joan Mir, campione del mondo 2020. Alex Marquez, badilata alla Honda: parole incredibili sul fratello Marc.

Il via libera dei medici all’otto volte campione del mondo ha permesso ai fan di riammirare il catalano in sella alla RC213V. A conclusione della due giorni in terra romagnola, il pilota deciderà con calma il suo rientro in pista. Al termine del primo test, come riportato da Moto.it, Marc ha dichiarato: “Sono contento. Alla prima uscita non mi sono divertito per niente, al di là dell’adrenalina di tornare a guidare: queste moto vanno troppo veloci. Poi, piano piano, sono migliorato: so ancora guidare una moto. Manca tanta forza alla spalla, al braccio in generale, ma siamo riusciti a fare 40 giri. Nella seconda uscita ho già fatto un buon tempo, poi ho fatto anche prove di aerodinamica”.

Il pilota, in sostanza, ha testato la sua condizione fisica e anche quella della sua moto. “La posizione del braccio era più naturale, si vede dalla foto. La prima cosa che ho fatto quando ho finito di girare è stato studiare un video, specie nelle curve a sinistra: il braccio ha una posizione più naturale, ma manca ancora tanta forza per tenere la posizione giusta. Riesco a tenerla solo per un giro o due: adesso sento il braccio affaticato, ma senza dolore. La mia mentalità la conoscete: se mi sento pronto per fare una buona gara, torno. Ho fatto solo 4-5 giri consecutivi, non potrei fare una gara. Domani proveremo a farne di più, ma non decideremo domani”.