Russell, amarezza dopo le qualifiche: George si sfoga

George Russell scatterà dalla sesta posizione a Zandvoort, ma c’è rammarico per l’errore di Perez che lo ha rallentato. Ecco le sue parole.

La fortuna non è stata dalla parte di George Russell nelle qualifiche del Gran Premio d’Olanda, disputate davanti ad un pubblico fantastico in quel di Zandvoort. Il pilota britannico, che era partito fortissimo in questo fine settimana piazzando il miglior tempo nella prima sessione di prove libere.

Russell (ANSA)
Russell (ANSA)

L’alfiere della Mercedes si è confermato in gran forma anche nei turni successivi, ma proprio nel momento del Q3 è avvenuto ciò che non ci voleva. Le due frecce d’argento sono scese in pista per ultime, prendendosi il rischio di dover rallentare in caso di eventuale bandiera gialla.

Purtroppo per Russell e Lewis Hamilton, davanti a loro c’era la Red Bull di Sergio Perez, che all’ingresso della Parabolica che immette sul rettilineo dei box ha perso il posteriore andando in testacoda, anche se è riuscito ad evitare il contatto con la barriera e non ha danneggiato la monoposto.

Tuttavia, ciò ha impedito ai due piloti del team di Brackley di migliorarsi, con Sir Lewis che è rimasto quarto ed il compagno di squadra che si è dovuto accontentare del sesto tempo. L’ex Williams ha concluso ad otto decimi dalla pole position di Max Verstappen, ma il distacco così ampio è spiegato dal fatto che aveva effettuato il primo tentativo con gomma Soft usata, esattamente come Perez.

Il britannico si stava migliorando molto bene nei primi due settori, ma la situazione di pericolo lo ha obbligato ad alzare il piede. Su una pista dove i sorpassi sono difficili come quella di Zandvoort non è facile pensare di puntare al podio partendo da quella posizione, ma c’è da dire che un tracciato così insidioso potrebbe portare al verificarsi di molti colpi di scena.

La Mercedes è sicuramente molto competitiva, ed è stata protagonista di una delle qualifiche migliori dell’anno dal punto di vista delle performance, anche se la sfortuna non ha permesso ai due piloti di valorizzarle al massimo. Solitamente, il passo gara delle frecce d’argento è sempre molto positivo, per cui è lecito aspettarsi che possano dar battaglia alle Ferrari ed alle Red Bull.

Russell, ecco le sue parole dopo le qualifiche

Se in qualifica c’è stato un bel gruzzoletto di sfortuna per George Russell, c’è da dire che la gara potrebbe rappresentare una bella occasione di riscatto. Il britannico è in piena lotta con Carlos Sainz per il quarto posto nel mondiale piloti, con lo spagnolo che ha un vantaggio di appena un punticino sul rivale.

Dietro di loro c’è Lewis Hamilton, che con il ritiro in Belgio ha però perso dei punti pesanti, ma mai sottovalutarlo. Zandvoort è una pista molto tecnica e che potrebbe presentare tante variabili, a cominciare da incidenti e Safety Car, mentre la pioggia di cui si parlava in settimana non dovrebbe arrivare in gara.

Russell ha parlato alla stampa al termine delle qualifiche, non nascondendo la propria delusione per quanto accaduto con Sergio Perez. Ecco le sue parole: “Oggi non è andata proprio come speravo. La giornata era iniziata bene, avevo un buon feeling durante l’ultima sessione di prove libere della mattinata, ma in qualifica è poi cambiato qualcosa. C’è stato un calo nel Q2, e per cercare di recuperare abbiamo usato uno dei due set di gomme che erano destinati al Q3“.

Il pilota della Mercedes ha concluso amaramente: “Sono curioso di vedere cosa accadrà in gara. Credo che ci sarà tanto degrado, quindi diversi pit-stop, occasioni tutte da sfruttare per cercare di risalire. So che in questo fine settimana la macchina va forte, e noi dovremo essere bravi a portarla al massimo. Su questa pista non è facile superare, per cui sarà molto importante cercare di sfruttare ogni opportunità. La gara sarà dura ed impegnativa“.