MotoGP, Jack Miller preoccupato nonostante la pole: ecco perché

4 anni, 4 mesi e 27 giorni dopo Jack Miller è tornato in pole position. La Ducati ha fatto la differenza anche con Pecco Bagnaia ed Enea Bastianini.

In condizioni molto complesse, su un asfalto molto insidioso, Jack Miller ha fatto una pole sensazionale. Il nativo di Townsville ha fatto la differenza nel finale, prendendosi bei rischi. Per la casa di Borgo Panigale è stato un dominio totale a Misano. Alle spalle del #43 si è qualificato il teammate Pecco Bagnaia ed Enea Bastianini. Il pilota australiano della Ducati correrà il prossimo anno in KTM.

Jack Miller (Ansa Foto)
Jack Miller (Ansa Foto)

Il torinese dovrà scontare la penalità di tre posizioni quindi scatterà in quinta posizione. Miller quindi sarà affiancato da Bastianini e da Bezzecchi. Il pilota del team di VR46 è stato bravissimo, al debutto in MotoGP a Misano, precedendo il suo compagno di squadra, Luca Marini. La Desmosedici ha dimostrato di avere una marcia in più. Maverick Vinales è l’unico pilota non Ducati nelle prime due file. Lo spagnolo sull’Aprilia scatterà dalla quarta posizione. I primi due della graduatoria mondiale dovranno scalare una montagna.

Fabio Quartararo, infatti, partirà ottavo davanti ad Aleix Espargarò. Dalla terza fila i due centauri dovranno rimontare alla svelta se vorranno provare a lottare per il podio. Subito dopo aver strappato la pole position, a caldo, il rider australiano della Ducati ha dichiarato: “Sono state condizioni difficili. La pista era veramente bagnata, ma appena sono arrivato sul tracciato ho avuto modo di cambiare le gomme e la pioggia, in qualche modo, è rallentata. Ho iniziato a spingere tanto. La moto va bene e sono passati quasi cinque anni dalla mia ultima pole”.

Jack Miller, che dominio Ducati

Jack è, visibilmente, soddisfatto della performance in qualifica. Non era facile svettare tra le tante Desmosedici nelle prime file. Il pilota proverà ad inseguire un risultato importante domani, cercando di chiudere la sua esperienza con la casa di Borgo Panigale nel migliore dei modi. A Sky Miller ha aggiunto: “C’era da prendere un bel rischio oggi. Le condizioni erano complesse anche perché la pioggia non era costante. In qualche punto poteva essere più asciutta, quindi devo dire guidare davvero in base alle tue sensazioni sulla moto. Siamo riusciti, però, credo a fare un buon lavoro e ad ottenere il massimo. Abbiamo messo davvero tutto quello che avevamo sul tavolo nell’ultimo giro. Quindi abbiamo puntato tutto e siamo riusciti a conquistare un ottimo risultato. E’ una bellissima sensazione essere di nuovo in pole”.

Domani potrebbero esserci le stesse condizioni, ma il pilota al riguardo ha detto la sua: “Spero di no, mi auguro o una gara completamente asciutta o completamente bagnata, non questa via di mezzo. Vedremo, in questo momento comunque sulla moto mi sento estremamente bene. Mi piace guidare, mi piace il mio team quindi quel che sarà domani andrà bene con questa testa credo che possiamo fare un buon lavoro”. Jack sta facendo un buon campionato, nonostante sappia già che dal prossimo anno correrà altrove.

MotoGP, Bagnaia fa mea culpa: arrivano parole clamorose. Il pilota australiano ha confessato il suo segreto: “Beh lavoriamo tanto, cerchiamo di crescere e diventare più forti ad ogni gara. Credo che questo aspetto lo si vede dai risultati, dalla posizione in campionato. Quindi stiamo cercando di fare un buon lavoro. L’anno scorso ho chiuso quarto in campionato e l’obiettivo è sempre quello di migliorare, se riusciremo a essere tra i migliori tre benissimo; ci sono ancora tante gare da qui alla fine della stagione, ci sono tanti punti in palio e credo che possiamo farcela”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
jack Miller (Bonora Agency)
jack Miller (Bonora Agency)