Espargaró incorona Dovizioso: parole al miele per il centauro italiano

I centauri della MotoGP tornano in azione sullo splendido tracciato di Silverstone per il dodicesimo round della stagione. Ecco le aspettative di Aleix Espargaró.

Dopo una lunghissima pausa estiva, dilatata dall’annullamento della tappa finlandese, si riaccendono i motori della top class. I migliori centauri del pianeta prenderanno parte al Gran Premio d’Inghilterra. Si tratta di una gara importantissima per il vertice della classifica. Fabio Quartararo è sempre primo con 172 punti. Il campione della Yamaha dovrà scontare un long lap penalty per la manovra rischiosa che ha quasi portato a terra Aleix Espargaró. Quest’ultimo renderà la sfida ancora più accesa.

Aleix Espargaro Andrea Dovizioso (Ansa Foto)
Aleix Espargaro Andrea Dovizioso (Ansa Foto)

Lo spagnolo dell’Aprilia vorrà approfittare della ghiotta occasione per portarsi ancor più vicino in classifica al nativo di Nizza. El Diablo proverà una delle sue rimonte per provare, invece, a conservare un gap in classifica. Espargaró ora è a 21 punti. Alle spalle dei primi due, si trovano in bagarre tre ducatisti di tre team differenti. Johann Zarco del team Pramac è al terzo posto, a 58 punti dal leader della Yamaha, precedendo a sorpresa Pecco Bagnaia, team factory ufficiale, e Enea Bastiani del team Gresini. Quest’ultimo si è tolto belle soddisfazioni all’inizio della stagione, ma alla lunga non ha retto il passo dei primi. Sulla Desmosedici dello scorso anno il feeling è stato ideale solo su alcune tappe, poi The Beast si è reso protagonista di rovinose cadute.

Altalenante anche Pecco Bagnaia che ha vinto l’ultima tappa di Assen. Il torinese ha fatto fatico proprio a trovare continuità e cercherà di cambiare passo nella seconda parte di campionato, proprio come accaduto lo scorso anno. Stavolta il gap in classifica e ancora più ampio, ma il centauro della squadra corse ufficiale cercherà, ugualmente, la clamorosa rimonta. Grande attesa anche per le Suzuki di Rins e Mir che potrebbero inserirsi nella lotta al vertice. La casa giapponese, generalmente, ha sempre fatto molto bene in terra inglese. Ovviamente i riflettori saranno tutti puntati su Aleix Espargaró, primo inseguitore del campione in carica. Lo spagnolo, dopo la rimonta di Assen, è carico in vista di un GP che si preannuncia spettacolare. Ecco gli orari del weekend.

Gli obiettivo di Aleix Espargaró

In conferenza stampa lo spagnolo ha esordito: “E’ stata una bella pausa estiva, troppo lunga però mi sono goduto tanto il Gran Premio di Assen e a dire il vero mi ha dato tanta motivazione per la seconda parte di stagione perché ho dimostrato, specialmente a me stesso, che posso essere molto competitivo e veloce. L’anno scorso qui ho ottenuto il mio primo podio con l’Aprilia e dopo un anno abbiamo raggiunto tanti podi, pole position e una vittoria; è stato un anno incredibile”.

Spero di poter continuare su questa strada questo weekend. Non vedo l’ora di lottare per il campionato. Sinceramente sono più motivato che mai nella mia vita, ho ricaricato tanto le batterie durante queste cinque settimane e la sfida che ho davanti a me è enorme. Però cercherò di godermela il più possibile. Sarà molto, molto intensa per questi tre mesi, ma darò il mio meglio. Cercherò di lottare fino alla fine. Ho un ottimo team e una grande moto. Ho dimostrato nell’ultimo GP di poter essere molto veloce. Cerchiamo quindi di divertirci e di vedere se posso farcela”, ha analizzato il centauro dell’Aprilia.

Nel 2023 il calendario presenterà Portimao come prima tappa. Aleix al riguardo ha aggiunto: “Per me sarà strano perché il Qatar è sempre speciale. E’ una pista molto particolare in un paese particolare. Si corre con la luna, sotto le luci artificiali e quindi è sempre speciale”. In merito alla penalità di Fabio, Aleix ha dichiarato:Io sono pienamente d’accordo con Fabio, nel senso che non è contento e non può capire la penalità. Sono pienamente d’accordo con lui perché abbiamo visto diversi esempi quest’anno dove i piloti sono stati anche più aggressivi di lui e non hanno ottenuto alcuna penalità. È quindi se viene comminata una penalità in quel caso, doveva essere combinata anche in altri. Non soltanto Fabio. Penso che Fabio capirà e tirerà avanti. Tutti noi piloti stiamo spingendo per la stessa idea. Stiamo cercando di capire quale sia il limite, cercando di avere dei giudizi uniformi per tutti, perché se un giorno si penalizza, l’altro giorno no, per noi è difficile capire. Certo che continueremo a correre in modo aggressivo e fare le nostre gare. Dobbiamo cercare insieme agli steward di trovare il modo di penalizzare allo stesso modo”.

Aleix ha speso anche belle parole per Andrea Dovizioso, dopo il suo incredibile annuncio.E’ un peccato concludere una carriera così bella. Come ha detto Fabio è molto difficile, con il livello attuale, fermarsi per un anno e tornare e cercare di essere competitivo. E’ davvero molto, molto difficile. Andrea per me e per tutti all’Aprilia è stato un esempio positivo su come fare le cose, per quello che ha ottenuto con la Ducati, partendo dal fondo, arrivando al vertice e spero che possa fare delle nelle ultime gare per poi godersi il motocross”, ha concluso lo spagnolo. Il Dovi ha rappresentato un esempio per tutti i piloti negli ultimi 15 anni. Un centauro che ha dato l’anima in Ducati nel tentativo di battere un campione fortissimo. Aleix dovrà provare una missione simile quest’anno, sull’altra moto italiana.