BMW, un modello unico pizzicato in pista: il prezzo è folle (VIDEO)

Una BMW che entrerà di diritto nella storia per via della sua esclusività ha girato al Nurburgring. Ecco di cosa si tratta e quanto costa.

La BMW è una casa che sta guardando con grande attenzione al futuro, e che presto presenterà un nuovissimo Suv plug-in ibrido, di cui vi abbiamo parlato poco tempo fa. Sul tracciato del Nurburgring Nordschleife, il famoso inferno verde che fu teatro del tremendo crash di Niki Lauda del primo agosto del 1976, il marchio di Monaco di Baviera ha girato con la nuova XM, una delle vetture più attese del prossimo futuro.

BMW (AdobeStock)
BMW (AdobeStock)

Si tratta di un modello che, stando a quelle che sono le indiscrezioni, sarà in grado di essere completamente elettrico nelle strade cittadine, permettendo un ottimo guadagno in termini di consumi e di impatto sull’ambiente, per poi sfruttare la potenza del motore endotermico per viaggi più lunghi.

In casa BMW si sta investendo da molti anni sulle nuove tecnologie, che dal 2035 diventeranno praticamente un obbligo. L’Europa ha infatti deciso per la messa al bando dei propulsori tradizionali, anche se in tredici anni tante cose potrebbero cambiare, ma per il momento queste sono le disposizioni ed i costruttori non possono far altro che adattarsi.

Il costruttore bavarese sta tornando a puntare forte anche sul mondo del motorsport, con il 2023 che segnerà il ritorno nel mondo dell’endurance che conta. Pochi giorni fa è stata infatti presentata la vettura che debutterà il prossimo anno alla 24 ore di Le Mans, che sfrutterà ovviamente un sistema ibrido.

La nuova creatura di Monaco di Baviera usufruisce di un telaio realizzato dalla Dallara, ed infatti lo shakedown è stato effettuato presso il tracciato di Varano de’ Melegari. Il prototipo si chiamerà M Hybrid V8, con Connor De Philippi e Sheldon Van der Linde che hanno effettuato il battesimo del fuoco proprio in Emilia-Romagna qualche settimana fa.

Come detto, l’auto esordirà il prossimo anno a Daytona, ma competerà anche alla 12 ore di Sebring, alla Petit Le Mans ed in tutte le altre tappe del campionato IMSA, dove affronterà anche Porsche, Cadillac ed Acura, che da poco tempo hanno presentato i loro gioielli di classe LMDh.

La casa di Weissach competerà anche nel FIA WEC ed alla 24 ore di Le Mans, dove la BMW arriverà però nel 2024. A quel punto, potremo assistere ad una clamorosa sfida che la vedrà contrapposta a Toyota, Peugeot, Ferrari, Porsche, Alpine e Lamborghini, in una battaglia destinata ad entrare nella storia per via dei tantissimi costruttori coinvolti e per il livello dei piloti che saranno in pista.

La casa di Monaco di Baviera, dopo qualche anno di esperienza, ha deciso di abbandonare la Formula E per puntare sui prototipi, dimostrando che, almeno per quello che riguarda il motorsport, non vuole puntare ancora tutto sull’elettrico, preferendo concentrarsi sulla tecnologia ibrida, che a livello di prestazioni, sound e spettacolo è ancora un passo in avanti. E con ogni probabilità lo sarà per sempre.

BMW, ecco il nuovo missile spiato al Nurburgring

Come per il modello sopracitato, anche per una nuova creatura la BMW ha deciso di puntare sul Nurburgring Nordschleife per il proprio battesimo del fuoco. L’inferno verde, pista lunga oltre 20 chilometri, offre le condizioni ideali per provare le nuove auto, essendo un tracciato tecnico, lungo, impegnativo e che mette a dura prova la telaistica e la meccanica dei mezzi che vi vengono testati.

In un video spia diffuso dal noto canale YouTubeCarSpyMedia“, sono state diffuse le prime immagini ufficiali della nuovissima 3.0 CSL Hommage, un modello che si preannuncia essere come uno dei più esclusivi della storia del marchio tedesco. Ne saranno infatti realizzati soltanto 50 esemplari, e questo numero non è stato scelto a caso.

La divisione sportiva M di BMW festeggia proprio in questi mesi i 50 anni di attività, ed è per questo che è stato dedicato a tale anniversario un modello del genere, che si ripromette di far vivere un’esperienza di guida mozzafiato a coloro che saranno dei fortunati e facoltosi acquirenti.

Dando un’occhiata alle forme, si apprende che la Hommage riprenderà le forme della carrozzeria della M4, seppur con delle differenze evidenti. Ad esempio, i fari anteriori possiedono delle dimensioni molto più importanti,  così come la nuova calandra a doppio rene.

La vettura è super aggressiva e punta su prestazioni elevatissime non solo dal punto di vista motoristico, ma anche per quello che riguarda l’aerodinamica e la ricerca del limite estremo. Sul posteriore è infatti presente un alettone, anche se a ben guardare, ci sono ben due profili, uno sul lunotto ed uno più in basso, sul portellone.

Gli scarichi sono giganteschi, mentre, a livello di motore, la spinta dovrebbe essere data da 3.0 a sei cilindri in linea, lo stesso montato sulla M3 e la M4. La potenza si aggirerà tra i 600 ed i 650 cavalli, con una velocità massima di circa 320 km/h, numeri ragguardevoli. In circa 3,5 secondi, la nuova 3.0 CSL Hommage sarà in grado di toccare i 100 km/h, un’accelerazione da vera e propria supercar. La nota dolente è il prezzo, che dovrebbe arrivare a toccare i 600 mila euro.