Ferrari, presentato il nuovo gioiello del Cavallino: che spettacolo (VIDEO)

Svelata a Spa la nuova auto di Maranello per le gare sprint ed endurance. La nuova GT3 ha già fatto breccia tra gli appassionati. Scoprite nel dettaglio l’ultimo mostro Ferrari.

Dopo tanta attesa, in occasione della tappa di Spa, sono caduti i veli sulla nuova Ferrari 296 GT3. Una vettura da competizione che vuole scrivere nuove pagine di storia del Cavallino. Debutterà nei principali campionati il prossimo anno ed è derivata dalla 296 Gtb stradale. La vedremo protagonista già in occasione della 24 Ore di Daytona a gennaio 2023. Se la base è quella della 296 Gtb stradale avete già compreso che gode di componenti tecniche all’avanguardia, ma a differenza del modello stradale, è equipaggiata da un V6 turbo da 2,9 litri non elettrificato.

Ferrari Logo (Adobe Stock)
Ferrari Logo (Adobe Stock)

L’auto è stata migliorata sia sul piano meccanico che su quello aerodinamico ed elettronico. La versione GT3, infatti, è un concentrato di tecnologia estrema per regalare emozioni e trionfi in pista. Raccoglie l’eredità di un’autentica regina, la mitica 488 GT3 che ha ottenuto quasi 500 vittorie e oltre 100 titoli. Il motore, in posizione più avanzata e ribassata, permette di abbassare anche il baricentro della Rossa. Il motore V6 in posizione centrale posteriore, inoltre, riporta alla mente la iconica 246 SP vincitrice della Targa Florio nel 1961 e nel 1962. Rispetto alla 488 la nuova GT3 presenta numerosi miglioramenti, in termini di performance, di rigidità torsionale (+10%), di efficienza in aspirazione e persino di consumi di benzina. La Ferrari 296 GT3 è aggressiva anche da ferma, presentando elementi stilistici che hanno fatto invecchiare di colpo il precedente modello.

Sul piano del design la nuova Rossa ha fatto centro, combinando l’esigenza di sportività con un tocco di eleganza. Dopo un numero impressionante di ore in galleria del vento, la nuova GT3 ha messo in mostra un aumento del 20% in termini di carico verticale, una riduzione del 20% dello spostamento di carico all’anteriore e del 40% all posteriore. L’auto dovrebbe risultare molto equilibrata e agile, facendo la differenza nei tratti misti. Altra particolarità è rappresentata dal telaio in alluminio completamente inedito con un passo allungato. Il cambio è di tipo “Xtrac” trasversale con frizione monodisco a 6 rapporti. Il bolide, inoltre, gode di un comparto sospensioni innovativo, pensato per la pista (dischi anteriori da 400 millimetri e pinze di nuova concezione). Gli inediti cerchi forgiati da Rotiform sono un esclusiva per il nuovo modello. Date una occhiata anche a Audi S4 e A4 Avant, avvistate sulle Alpi le nuove generazioni (VIDEO).

Ferrari 296 GT3 presenta il controllo di trazione, dell’Abs, e un sistema top con una telecamera posteriore in HD che trasmette le immagini su uno dei tre schermi interni all’abitacolo, dando tutte le informazioni utili ai piloti. Questi ultimi possono beneficiare di importanti aggiornamenti anche sulle potenziali manovre di sorpasso dei driver avversari. Vedremo la nuova Rossa protagonista nelle classi “Pro” con l’impiego dei piloti ufficiali del Cavallino, ma anche nelle classi riservate ai gentlemen e agli equipaggi misti pro-am. Non c’è da attendere tantissimo, dato che il debutto avverrà, come anticipato, ad inizio 2023. Alfa Romeo, in arrivo una nuova GTV? Ecco come sarà (VIDEO).

Ferrari, la nuova GT3 è già una stella

Antonello Coletta, Responsabile delle Attività Sportive GT di Maranello, è già estasiato dalla nuova GT3. Oggettivamente l’auto ha lasciato tutti senza parole. Sembra un salto in avanti impressionante e, dopo i numerosi test ufficiali, si saprà di più anche circa il feeling dei piloti. “Siamo partiti da un’idea per questo progetto, cambiando parecchie cose negli ultimi 4-5 mesi. Pensiamo di cominciare a produrre la macchina nell’ultima parte del 2022 dato che il debutto sarà a Daytona 2023”, ha analizzato Coletta ai microfoni di Motorsport.com.

L’auto non dovrà far rimpiangere la 488 che ha fatto la storia del marchio fondato da Enzo Ferrari. “E’ una sfida molto complicata e dura perché ci troviamo di fronte al dover sostituire un modello che ha vinto per 7 anni contro una marea di avversari, i quali in questo tempo hanno portato evoluzioni e macchine nuove, mentre noi abbiamo mantenuto la stessa auto, introducendo solo il pacchetto Evo. Fare una vettura migliore della precedente, in questo caso parlando della 488, è molto complicato pensando a quanto ha vinto e sta facendo ancora. Ma siamo sicuri di avere un gioiellino che possa portarci altre vittorie e titoli”, ha specificato il Responsabile delle Attività Sportive GT di Maranello.

C’è già attesa per l’evento dell’IMSA SportsCar Championship, di fine gennaio 2023, che vedrà protagonista la nuova GT3 nella 24h di Daytona. “A Daytona credo che ci sarà quella di Risi Competizione in Classe GTD PRO, AF Corse credo che sarà sicuramente in PRO-AM con almeno 3 esemplari, ma al momento è presto per saperlo. L’obiettivo è avere la vettura impegnata nei maggiori campionati di tutto il mondo, ma come sapete non è semplice perché stiamo lavorando a progetti diversi in parallelo come la Hypercar, che richiede una grande concentrazione. Certamente vogliamo avere la 296 negli Stati Uniti perché è comunque un mercato importantissimo per noi, poi vedremo. Dopo un anno saremo in grado di coprire tutte le gare più importanti del mondo”, ha aggiunto Coletta.

Abbiamo un numero di piloti molto importante che considero una famiglia, come ho già spiegato più volte vorrei mantenere intatto questo gruppo e coinvolgere tutti dividendoli sui progetti LMH e GT3. Per ora le formazioni non sono decise, considerate che la LMH è un programma molto importante, ma con solo 7 gare all’anno. Per cui è probabile che ci siano piloti impegnati su ambo i fronti. Vogliamo dimostrare che la 296 è competitiva. Al momento non so quando faremo i prossimi test, probabilmente tra un paio di settimane. Ma i programmi cambiano in continuazione perché entrambi i progetti sono importanti e difficili. Ci stiamo dando da fare al massimo nel poco tempo possibile, specialmente con la LMH”, ha concluso Antonello Coletta.

Vi lasciamo all’emozionante video in basso e alle caratteristiche tecniche della Ferrari 296 GT3. Motore: 6 cilindri a V di 120°, 4 valvole per cilindro, 2.992 Cmc, potenza 600 Cv a 7.250 giri/minuto, coppia massima 710 Nm a 5.500 giri/minuto. Trasmissione: cambio trasversale sequenziale a 6 velocità. Dimensioni (mm): lunghezza n.d., larghezza 2.050, altezza n.d., passo 2.660; peso a secco: 1.250 kg. Sospensioni: anteriore e posteriore doppio triangolo sovrapposto, bracci in acciaio tubolare; ammortizzatori regolabili a 5 vie. Impianto frenante: dischi anteriore 400×36 mm, posteriore 332×32 mm; pinze: anteriore 6 pistoncini, posteriore 4 pistoncini.

Entra nel gruppo per news di F1, MotoGp, Auto, moto e pronostici

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli di motori


  1. Telegram - Gruppo base