Leclerc, gioia dopo l’Austria ma c’è una preoccupazione per il Paul Ricard

Charles Leclerc è stato uno dei protagonisti della conferenza stampa del Gran Premio di Francia. Ecco le sue prime parole del week-end.

Il week-end del Gran Premio di Francia si è aperto ufficialmente con la conferenza stampa, nella quale hanno parlato i piloti della F1. Charles Leclerc è stato uno dei protagonisti, ed è apparso molto sereno e rinvigorito dopo la vittoria nel Gran Premio d’Austria, con la quale si è riportato a -38 nel mondiale da Max Verstappen.

Leclerc (ANSA)
Leclerc (ANSA)

Il monegasco della Ferrari può vedere sia il bicchiere mezzo pieno che mezzo vuoto sulle ultime due trasferte, dal momento che avrebbe potuto sicuramente riguadagnare più terreno. La pessima strategia di Silverstone che lo ha relegato dal primo al quarto posto gli ha fatto perdere ben 13 punti, mentre la rottura della power unit sulla monoposto di Carlos Sainz ha regalato 3 lunghezze in più al suo grande rivale.

D’altra parte, si può pensare che Leclerc è riuscito a recuperare comunque 11 punti su due piste favorevoli alla Red Bull, specialmente quella di Spielberg, dove era tutto pronto per la festa di Verstappen, ma Charles ha dominato con ben tre sorpassi portati a termine sull’olandese, che dal canto suo ha gestito benissimo due domeniche difficili.

La Ferrari arriva in Francia con i favori del pronostico, e non potrebbe essere altrimenti visto che proviene da due vittorie consecutive. Tuttavia, dopo due gare, quelle di Montreal e Silverstone, in cui non c’erano stati problemi di affidabilità, in Austria la power unit è tornata a fare le bizze, costringendo Sainz all’ennesimo ko, che ha di fatto posto fine alle già basse possibilità di lottare per il mondiale.

La F1-75 è una monoposto davvero straordinaria dal punto di vista del passo, ma i guasti tecnici e le pessime strategie spesso adottate dal muretto non le hanno consentito di raccogliere quanto meritava in base alle prestazioni. Il tracciato del Paul Ricard, ed ancor di più quello di Budapest dove si correrà domenica prossima, sorridono alle caratteristiche tecniche della Rossa, che avrà l’obbligo di portare a casa altre due vittorie per dirsi totalmente rientrata in lotta per il mondiale.

La Red Bull non mollerà di certo, con Verstappen voglioso di tornare a vincere dopo un mese e passa di digiuno. Il campione del mondo sa che può gestire un buon margine di vantaggio in classifica, ma in questo sport è molto facile perdere e recuperare punti, e dunque nessuno può dormire sonni tranquilli in una stagione come questa.

Leclerc, ecco le sue prime parole in conferenza stampa

Charles Leclerc ha partecipato alla conferenza stampa del Gran Premio di Francia, che si preannuncia essere uno dei più caldi dell’anno dal punto di vista climatico. L’ondata di caldo che sta attanagliando l’Europa potrebbe influenzare anche il Circus, con le squadre che si stanno attrezzando per permettere alle loro monoposto di “far respirare” le power unit.

La Ferrari è stata immortalata in corsia box con delle griglie ben evidenti che sono state aperte sul cofano motore, per dar modo all’unità propulsiva di espellere una gran quantità di calore. Il caldo può essere un alleato della Scuderia modenese per quanto riguarda il consumo delle gomme, che in Austria è stato nettamente migliore rispetto alla Red Bull.

Tuttavia, per un team che ha problemi di affidabilità le temperature alte non sono mai l’ideale, perché i materiali vengono messi ancor più a dura prova rispetto al solito. Leclerc ha parlato alla stampa nel corso della conferenza, raccontando le sue prime sensazioni in vista di questo fine settimana che si preannuncia decisivo per il futuro del campionato.

Gara di casa per me? Si, in un certo senso lo è. Prima della F1 non ho corso spesso qui, mi auguro di poter avere un buon fine settimana. La vittoria è stata molto importante in Austria, la Ferrari è stata molto veloce in gara e tutto è andato bene, spero che qui potremo ripeterci“.

Il monegasco ha parlato poi delle difficoltà del passato che la Ferrari ha avuto su questa pista, sperando che tutto ciò non si ripeta: “La vittoria è stata fondamentale a livello personale, nelle ultime cinque gare tutto stava andando contro di me, ho recuperato diversi punti a Max e spero che continueremo così. Negli ultimi due anni qui abbiamo sofferto molto sul consumo delle gomme, quindi dovremo lavorare proprio in questo senso per evitare che si ripetano i problemi del passato“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Charles è stato interpellato sulla questione dei track limits, i quali hanno portato a tante penalità in Austria e che potrebbero creare nuovi problemi anche in Francia: “Difficile parlare di limiti quando c’è una linea e non la ghiaia? Io sfrutto il cordolo come punto di riferimento per i limiti, lo senti quando sei al limite mentre guidi quando ci parli sopra. Con la linea bianca non ti rendi conto di uscire di cinque centimetri, qui non ci sono veri cordoli e quindi sarà complicato, non puoi mai sapere dove si trova esattamente la tua macchina“.