In arrivo la nuova Alfa Romeo Giulia? Ha una particolarità (VIDEO)

L’Alfa Romeo sta preparando l’arrivo di una Giulia in modalità elettrica che farà segnare dei numeri incredibili riguardo alla sua autonomia.

L’elettrico è il futuro in cui tutti i costruttori stanno investendo, che piaccia o meno agli appassionati. Marchi come l’Alfa Romeo, la Ferrari, la Fiat e tanti altri, hanno già abbracciato la motorizzazione ibrida, che entro il 2040 dovrà però essere riconvertita al full electric secondo quanto stabilito dalle nuove linee guida della Comunità Europea.

Alfa Romeo (AdobeStock)
Alfa Romeo (AdobeStock)

Dal 2035 per i costruttori di auto “normale” e dal suddetto 2040 per chi produce supercar, sarà vietata la costruzione di vetture a motore endotermico, mentre chi ne ha acquistate in precedenza potrà comunque continuare a circolare portando il veicolo a fine vita. Il cambiamento è ormai in atto, anche se in oltre un decennio potranno cambiare tante cose.

Ha fatto discutere e riflettere la frase pronunciata dal commentatore della F1, Carlo Vanzini, durante il week-end del Gran Premio di Gran Bretagna, corso due settimane fa a Silverstone. Secondo il noto giornalista milanese infatti, l’elettrico completo non è il futuro, e nelle sue parole c’era la convinzione che qualcosa andrà a cambiare nettamente nei prossimi anni.

Gli ascoltatori sono rimasti sorpresi dalla frase “State tranquilli“, ovvero una sorta di rassicurazione per coloro che sono affezionati alle auto a benzina o gasolio, che non hanno alcuna intenzione di piegarsi alle logiche del mercato. Tuttavia, i costruttori hanno il dovere di adattarsi e stanno investendo tutte le loro risorse in quest’ambito.

Tutte le categorie del motorsport, almeno quelle principali, hanno già da tempo sposato l’ibrido, come la F1 ed il FIA WEC, ed ora anche il mondiale rally è stato costretto ad adattarsi. La Formula E è sicuramente la massima espressione dell’automobilismo “green”, ma la risposta degli appassionati non è stata di certo quella che gli organizzatori volevano.

L’interesse è molto basso e le critiche piovono di gara in gara, l’assenza del rumore e le scarse prestazioni delle monoposto hanno portato ad un vero e proprio dissenso, ed è anche comprensibile. La nuova vettura, denominata Gen.3 e che farà il proprio debutto il prossimo anno, ha assunto delle forme davvero molto brutte, cose che non aiuterà il pubblico ad avvicinarsi.

Tornando al mondo dell’automotive, quest’oggi vi parleremo dell’Alfa Romeo, che da poco ha lanciato il suo primo modello ibrido, vale a dire la Tonale. La casa del Biscione fa parte del gruppo Stellantis, che ha imposto la completa elettrificazione delle gamme dei costruttori che ne fanno parte entro il 2027.

L’Alfa, partita in grosso ritardo da questo punto di vista, si sta velocemente adattando alle logiche di mercato, e c’è ottimismo per il prossimo futuro. Tra pochissimo potremo vedere una vettura totalmente elettrica, che è stata ufficialmente annunciata negli scorsi mesi e che a breve vedrà la luce.

Alfa Romeo, ecco la Giulia in versione Elettrica

L’Alfa Romeo sta preparando l’arrivo di una vettura full electric, come annunciato, nel giorno del lancio della Tonale, dall’amministratore delegato della casa di Arese, vale a dire Jean-Philippe Imparato, soltanto pochi mesi fa. La vettura in questione sarà la berlina a quattro porte Giulia, voluta fortemente qualche anno fa Sergio Marchionne, all’epoca presidente della Ferrari.

Il manager aveva spinto per il rilancio dell’Alfa Romeo, riportandola anche in F1 come sponsor della Sauber, prendendo poi anche il nome della squadra. I dati relativi alla nuova Giulia sono abbastanza impressionanti, dal momento che è prevista un’autonomia che toccherà gli 800 chilometri, praticamente corrispondenti ad un pieno di benzina o gasolio.

Stando a quelle che sono le indiscrezioni, la potenza complessiva della futura Giulia sarà piuttosto elevata anche se non vi sono dati ufficiali, ma potrebbe superare gli 800 V, vale a dire qualcosa come oltre 400 cavalli. Si entrerà nella piattaforma STLA Large di Stellantis per la produzione della nuova vettura, abbandonando la ben più costosa piattaforma Giorgio, usata per la Stelvio e la Grecale.

Il famoso canale YouTube Rons Rides” ha immaginato le forme della nuovissima e prestazionale Giulia in modalità EV, presentando linee avveniristiche che però non abbandonano quelle del modello a propulsione endotermica. Dunque, si può affermare tranquillamente che il futuro sia già arrivato anche per il marchio del Biscione, il cui rilancio sta entrando nel vivo.

La Tonale ibrida sta avendo degli ottimi numeri per quanto riguarda le vendite, incentivo in più per puntare su queste nuove tecnologie per il prossimo futuro. Ovviamente, una vettura full electric rappresenta una sfida in più, sia per la casa costruttrice che per i clienti. Lo stile di guida cambia del tutto ed anche le modalità di ricarica sono ben diverse rispetto al classico rifornimento al distributore.

Gli automobilisti dovranno abituarsi ad un concetto toalmente nuovo, anche se in pochi anni, come detto, saranno tantissimi gli scenari che potrebbero aprirsi. Ciò che non manca è la curiosità, e l’Alfa può contare su un numero elevatissimo di appassionati che potrebbero investire in questo nuovo ciclo voluto da Stellantis. Nel video postato in basso, potrete gustarvi le prime anticipazioni del modello.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo