Leclerc, un errore gli costa la pole: arriva l’onesta ammissione

Charles Leclerc ha perso la pole position a causa di un testacoda nel giro decisivo. Ecco il commento del ferrarista a fine sessione.

Una qualifica a dir poco pazzesca quella che si è disputata sul tracciato di Silverstone, dove Carlos Sainz ha festeggiato la prima pole position della carriera, regalando la settima della stagione su dieci qualifiche alla Ferrari. In prima fila c’è anche la Red Bull di Max Verstappen, mentre Charles Leclerc non è riuscito a fare meglio del terzo tempo, tenendo comunque a distanza Sergio Perez.

Leclerc (ANSA)
Leclerc (ANSA)

Il monegasco si è girato proprio nel momento decisivo, quello dove di solito si era esaltato in questa stagione. In uscita dalle Becketts, Charles ha perso la monoposto andando in testacoda, riprendendo subito la via della pista ma andando comunque a compromettere le sue ambizioni di conquistare la pole position.

Non volendo, Leclerc ha di fatto permesso a Sainz di blindare il primo posto, visto che Verstappen si è trovato per pochi secondi la bandiera gialla in quel tratto, dovendo leggermente alzare il piede. Questo ha relegato il campione del mondo e la sua Red Bull a 72 millesimi dall’1’40”983 che è valso la pole al figlio del due volte campione del mondo rally, mentre Charles è rimasto a tre decimi pur non migliorando nell’ultimo time attack.

Non può non esserci amarezza negli occhi di Charles, ma va detto che tutti i tifosi della Ferrari avrebbero firmato per questo risultato dopo le ultime libere. In condizioni di asciutto infatti, la RB18 era apparsa inattaccabile, con Verstappen che aveva preceduto di mezzo secondo Charles, relegato in terza piazza dietro a Perez.

Una volta tanto, la pioggia ha dato una bella mano alla Scuderia modenese, che ora ha l’obbligo di interrompere il digiuno di vittorie che perdura dal 10 aprile, giorno del successo di Melbourne, ed iniziare ad accorciare nel mondiale. Un’altra vittoria del tandem composto da Super Max e dal team di Milton Keynes annullerebbe ogni residua speranza di trionfo iridato, per cui, a Silverstone, c’è l’aria della battaglia decisiva.

Leclerc, tanta delusione dopo l’errore nel finale

Un terzo tempo che non lascia per nulla soddisfatto Charles Leclerc è il risultato del sabato di qualifica del Gran Premio di Gran Bretagna. Il monegasco ha comunque gioito per la pole position di Carlos Sainz, che si è tenuto dietro Max Verstappen tenendo aperte le speranze del monegasco.

Leclerc sa benissimo che certi errori vanno evitati, ma in queste occasioni il minimo smacco può fare la differenza. Anche Max Verstappen ha rischiato di finire a muro nel primo tentativo della Q3, quando si è girato all’uscita della Stowe, ma bravissimo a riprendere il controllo della sua Red Bull prima di causare danni gravi.

Ecco le parole dell’alfiere della Ferrari al termine delle qualifiche. “Se mi sento deluso? Lo sono, ma mi sento felice per Carlos, peccato perché all’ultimo giro mi sono girato, non sono riuscito a mettere tutto insieme, questo è fondamentale quando ci sono condizioni del genere e non meritavo di essere in pole visto che ho commesso un errore. La terza posizione è comunque un buon punto di partenza, voglio mettere tutto insieme e spero di rimontare“.

Il monegasco ha poi concluso con qualche battuta su quello che sarà il suo piano per la gara, dove dovrà cercare di vincere ad ogni costo per recuperare punti pesanti in chiave mondiale: “Il mio piano per la gara? Il passo c’è e se facciamo una gara pulita potremo andar bene, gestire la gomma sarà fondamentale e non è chiaro quante soste ci saranno. Non dobbiamo sbagliare strategia e dobbiamo essere tranquilli, le gomme e la loro gestione faranno la differenza. Mi auguro che per noi sarà finalmente la nostra giornata giusta, ultimamente non abbiamo mai potuto dimostrare il nostro potenziale“.