Ferrari, da ora in poi c’è un vantaggio sulla Red Bull: occasione da sfruttare

La Ferrari deve vincere a Silverstone per riaprire il mondiale, per poi sfruttare un vantaggio notevole sulla Red Bull in base alle regole.

Il Gran Premio di Gran Bretagna è ormai alle porte. Tra poche ore scatteranno le prove libere sul tracciato di Silverstone, dove la Ferrari dovrà recuperare per forza di cose parecchi punti sulla Red Bull. Il gap in classifica è importante, ma il passo della Rossa è sempre stato all’altezza della RB18, se non spesso superiore.

Ferrari F1-75 (ANSA)
Ferrari F1-75 (ANSA)

Su questa pista si attendono diversi sviluppi sulle varie monoposto, come spesso avviene nel corso delle varie stagioni. La Red Bull e la Mercedes sono quelle che dovrebbero cambiare maggiormente, ma anche l’Aston Martin, apparsa in leggera crescita nelle ultime tappe, dovrebbe cambiare in profondo. Occhio anche alla Williams, che secondo le indiscrezioni potrebbe guadagnare addirittura un secondo.

Sulla RB18 l’obiettivo maggiore continua ad essere quello della perdita di peso, e dopo i 4 kg persi ad Imola si vuole continuare a dimagrire per trovare un bilanciamento migliore e gestire le gomme alla perfezione. Le F1 di quest’anno sono molto complesse da portare al limite, con la Mercedes che ancora non c’è riuscita a causa del porpoising. Il team di Brackley era solito arrivare qui a Silverstone, a pochi passi dalla sede centrale, con il mondiale già in tasca, oppure con un gran bel vantaggio nelle classifiche mondiali.

Quest’anno la situazione è ben diversa per gli anglo-tedeschi, con Toto Wolff costretto ad affrontare una crisi tecnica molto grande. La Ferrari ha preso il posto delle frecce d’argento per quanto riguarda il ruolo della sfidante della Red Bull, la quale è però in fuga nel mondiale grazie ai troppi errori della Scuderia modenese.

I 49 punti che vedono Max Verstappen comandare davanti a Charles Leclerc gli permettono di gestire una situazione molto comoda, ma in questa stagione molte cose possono cambiare in fretta. Basta un guasto o un qualcosa di imprevisto ed il divario in classifica può dimezzarsi, ma anche aumentare a dismisura. La Scuderia modenese deve attaccare con il coltello fra i denti.

Ferrari, vantaggio sulla Red Bull in galleria del vento

Qualche giorno fa vi avevamo parlato di un possibile vantaggio per la Mercedes sulle ore in galleria del vento, a causa della terza posizione nel mondiale costruttori, che la pone alle spalle di Red Bull e Ferrari. Tutto ciò ora è ufficiale, con il Cavallino che avrà, a sua volta, una buona occasione per effettuare maggiori test rispetto al team di Milton Keynes.

Tutto ciò è dovuto alle restrizioni dei test aerodinamici [ATR] per la seconda metà dell’anno, in base alle posizioni nel Campionato Costruttori delle squadre dopo il Gran Premio del Canada. L’ATR è stato introdotto l’anno scorso con la speranza di aiutare ad avvicinare il campo limitando la quantità di test aerodinamici e CFD [dinamica dei fluidi computazionali] In sostanza, più in alto è posizionato il team nella classifica Costruttori, meno gli è consentito utilizzare la galleria del vento e testare gli oggetti CFD.

Nella prima parte della stagione, la Mercedes era quella con meno ore a disposizione avendo vinto il mondiale dello scorso anno, ma ora la situazione si capovolgerà. La Ferrari potrà continuare ad usufruire di maggior ore di simulazione rispetto alla Red Bull, nella speranza che tutto ciò porti i risultati sperati.

Per il team di Brackley l’aumento è del 10%, il che significa che potrà disporre di un buon numero di ore di vantaggio rispetto ai due avversari principali. Il Cavallino dovrà sfruttare in maniera certosina il piccolo vantaggio sulla Red Bull, che sicuramente avrà le sue contromosse per evitare di perdere troppi punti in classifica. Gli sviluppi che verranno portati a Silverstone potrebbero fare una bella differenza sull’economia del mondiale che è attualmente in corso.