Jorge Lorenzo avverte Quartararo: ecco l’errore che non deve fare

Jorge Lorenzo stila un bilancio dopo la gara di Assen e fa il suo pronostico sul vincitore del titolo mondiale 2022.

Con l’11° round di Assen cala il sipario sulla prima parte del Mondiale, i tempi iniziano ad essere maturi per i primi bilanci e pronostici in vista della seconda parte che riprenderà il via a Silverstone dal 5 al 7 agosto. Nel paddock olandese era presente anche Jorge Lorenzo in veste di inviato per Dazn, che dall’alto della sua esperienza analizza in maniera molto lucida quanto accaduto nell’ultimo week-end e nelle prima parte di stagione.

Jorge Lorenzo (ANSA)
Jorge Lorenzo (ANSA)

L’errore di Fabio Quartararo al 5° giro ha permesso di riaccendere le speranze degli inseguitori, con il campione francese della Yamaha che ha incassato il primo zero del 2022. Adesso Aleix Espargarò dista 21 lunghezze, Pecco Bagnaia 66, quando mancano ancora 9 GP e in ballo ci sono 225 punti. Per il cinque volte iridato il favorito resta però Quartararo: “La sua situazione mi ricorda quella di quando in Ducati era solo Stoner ad andare forte, o Marquez con la Honda”, ha detto in un’intervista a ‘La Gazzetta dello Sport’. “L’altra sorpresa poi, tra le moto, è l’Aprilia… Poi c’è il fattore Aleix, che è maturato tantissimo in tutti gli aspetti”.

La scommessa di Jorge Lorenzo

Aleix Espargarò potrà vincere il Mondiale? Il suo destino è per molti versi legato a quanto farà Fabio Quartararo al rientro dalle vacanze. Nel GP di Silverstone dovrà scontare un Long Lap Penalty e, su una pista dove Aprilia e Ducati possono recitare un ruolo di protagonista, potrebbe significare molto. “Se Fabio continuerà a non sbagliare, sarà impossibile per Aleix e Bagnaia batterlo. Se però non dimentica l’errore di Assen e comincerà a sbagliare ancora… Vediamo a Silverstone quando dovrà scontare il long lap penalty”.

Jorge Lorenzo prende in esame anche il momento negativo della Honda che pure ad Assen ha incassato un altro risultato poco esaltante, con nessuno dei suoi piloti tra i primi dieci. E pensare che nei test invernali la RC213V sembrava la moto da battere, prima di rivelarsi per nulla migliore rispetto al prototipo dello scorso anno. “Una moto la capisci girando su molte piste, lì erano veloci, poi sono andati in confusione”.

Ma su chi sarebbe pronto a scommettere Jorge Lorenzo in ottica iridata? Il cinque volte campione maiorchino non sembra avere molti dubbi al riguardo: “Vero che Quartararo ha riaperto un po’ la sfida, dimostrando di essere umano, ma da lui non mi attendo altri errori. Rispetto ad Aleix e Pecco, inoltre, è già stato campione, perciò sarà meno nervoso di loro”.