Sainz e Schumacher: due primati in F1 che devono essere evitati

Ad oggi Carlos Sainz e Mick Schumacher stanno rincorrendo due record che sono tutt’altro che lusinghieri. Ecco quali sono.

Guardando alla Ferrari, la stagione di F1 2022 finora non è stata così generosa in termini di risultati. Dopo un inizio scoppiettante, con le vittorie e la testa della classifica presa da Charles Leclerc, dal GP di Imola il vento è cambiato in favore della Red Bull e di Max Verstappen, che a Barcellona ha effettuato il sorpasso sulla Rossa in entrambe le classifiche, prendendo il largo poi da Monaco tanto che ora ha un vantaggio il campione del mondo sul monegasco di 49 punti.

Mick Schumacher e Carlos Sainz (ANSA)
Mick Schumacher e Carlos Sainz (ANSA)

E non è un campionato fin qui positivo neanche per Carlos Sainz Jr e il pilota dell’Academy della Ferrari Mick Schumacher. Lo spagnolo ha avuto molti problemi soprattutto nella prima parte della stagione, dove non ha trovato il giusto feeling con la F1-75. Solo nell’ultimo appuntamento, quello in Canada, con il secondo posto dietro a Verstappen sembra aver trovato qualcosa per tornare finalmente competitivo ad alti livelli. Il tedesco invece da inizio stagione fatica con una Haas che invece nelle mani di Kevin Magnussen ha già guadagnato punti importanti per la classifica Costruttori.

Sainz e Schumacher, due record da evitare

E fa specie che proprio i due Ferrari siano alla rincorsa di un record che non è per nulla lusinghiero. Carlos Sainz finora infatti ha collezionato solo podi e in Canada ha solo accarezzato nel finale la possibilità di centrare il suo primo successo in carriera. Un appuntamento, quello con il primo trionfo in F1, che sembra per ora essere una maledizione. Come nel 2020, quando a Monza ci arrivò vicinissimo ma fu Pierre Gasly a togliergli la soddisfazione.

Ad oggi l’iberico è alle spalle solo di Nick Heidfeld tra i piloti che ha realizzato più podi senza salire mai sul gradino più alto. Il tedesco ha raccolto 13 volte il secondo o terzo posto nelle sue esperienze in Sauber, Williams e Renault. E anche Mick Schumacher si sta avvicinando sempre di più al pilota con più gare senza andare a punti. Il figlio del grande Michael ha guidato a Montreal per la trentesima volta in F1 senza ottenere un piazzamento in top te. Le ultime Q3 avevano fatto ben sperare, ma alla fine Schumacher ha sempre avuto problemi in gara che non gli hanno permesso di realizzare punti. Un problema questo, visto che addirittura sembra rischiare di non avere un sedile per la prossima stagione.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Ad oggi il record di gare senza punti appartiene a un altro Ferrari, Luca Badoer, che ha corso 51 volte nella classe regina senza alcuna soddisfazione. Tuttavia, va ricordato che negli anni ’90, quando Badoer corse, solo i primi sei piloti potevano segnare punti. Se fossero stati applicati gli stessi criteri, Badoer avrebbe ottenuto in carriera almeno 26 punti. Quindi un vero confronto per Schumacher si può fare con Charles Pic, che ha gareggiato 39 volte in Formula 1 per Marussia e Caterham e non è mai entrato nella top ten.