MotoGP, Giacomo Agostini su Marquez: sentite cosa ha rivelato

La MotoGP deve fare a meno di Marc Marquez anche in questa stagione dopo l’ennesimo intervento. Ecco il commento di Agostini.

Quello che sta vivendo la MotoGP è sicuramente uno dei momenti più complicati di sempre, almeno da quanto la top class si chiama in questo modo. Negli ultimi anni, i ritiri di Dani Pedrosa, Jorge Lorenzo e, lo scorso novembre, quello di Valentino Rossi, hanno prodotto un crollo dell’interesse non da poco, come confermato dalle ultime gare.

MotoGP Giacomo Agostini e Marc Marquez (LaPresse)
MotoGP Giacomo Agostini e Marc Marquez (LaPresse)

Il tracciato del Mugello è addirittura a rischio per il futuro, viste le tribune praticamente deserte viste in occasione del Gran Premio d’Italia di quasi un mese fa. Anche il GP della Catalogna, corso a Barcellona, non ha fatto registrare il solito pienone, che solitamente in Spagna è un’abitudine.

La MotoGP ha dovuto fare i conti anche con il periodo terribile di Marc Marquez, che ormai da due anni vive un calvario che gli impedisce di performare a dovere. La stagione dello spagnolo è finita dopo il Mugello, dal momento che è poi corso ad operarsi per cercare di migliorare la sua situazione fisica.

L’intervento chirurgico consisteva nella rimozione delle due viti della placca posteriore posizionata dal dottor Samuel Antuña nel dicembre 2020, seguita da un’osteotomia omerale rotazionale. L’obiettivo è quello di consentire all’omero di poter muoversi meglio all’interno del proprio asse lungo, cosa che, quando si gareggia su una moto che tocca quei picchi di velocità, può fare una grande differenza.

L’otto volte campione del mondo del Motomondiale è l’unico che può sfidare Fabio Quartararo, ma ci sono molti dubbi sul fatto che possa tornare quello di un tempo. Il francese, nel frattempo, si avvia verso la vittoria del secondo titolo mondiale consecutivo, aiutato da un talento smisurato e dal valore non certo eccelso della concorrenza. Il Gran Premio di Germania della scorsa domenica ha messo la parola fine alle speranze di Pecco Bagnaia ed Enea Bastianini, sempre più lontani in classifica.

MotoGP, Agostini commenta la situazione di Marquez

La MotoGP si avvia verso il giro di boa della stagione 2022, e per il terzo anno di fila Marc Marquez non sarà il campione del mondo. A commentare quanto sta accadendo allo spagnolo ci ha pensato Giacomo Agostini, in un’intervista rilasciata al “Corriere dello Sport” in questi giorni.

Purtroppo è caduto tante volte. Un giorno, infatti, gli ho detto: con una caduta così, ai miei tempi saresti morto cinque volte. Lui è così, dà sempre il 100%, spero torni come prima . Marc è un pilota che ti solleva dalla sella. E personalmente mi piace lui, lui e Quartararo sono i due piloti che prima ancora della partenza a GP, in griglia, trovano il modo di salutarmi“.

Il 15 volte campione del mondo del Motomondiale ha aggiunto: “Ci piacciono molto i vincitori diversi, ma vogliamo vedere il protagonista fare cose che altri non possono. Cassius Clay, Agostini, Eddie Merckx, Maradona, Valentino Rossi. Non credo che chi vince molto finisca per stancarsi. Chi vince attira il pubblico e lo fa innamorare“.

Effettivamente, quello che manca alla MotoGP di oggi è proprio un personaggio simbolo, un fenomeno sopra a tutti o comunque una battaglia tra talenti che sappiano fare una differenza netta rispetto alla concorrenza. Anche il lato carismatico è ormai assente, non si respira più aria di tensione e di sfida.

Tutti i piloti sembrano andare d’accordo come niente fosse, mentre sino a pochi anni fa la situazione era ben diversa. Come dimenticare le sfide tra Valentino Rossi e Max Biaggi, o tra lo stesso “Dottore” e Jorge Lorenzo sino a pochi anni fa. Il mondo delle due ruote ha bisogno di scuotersi in fretta, perché il pubblico sta scappando verso altri passatempi. Ed è quello che i gran capi non vogliono.