Oliveira tra Ktm, Honda, Ducati e Aprilia: il padre vuota il sacco

Paulo Oliveira, padre di Miguel, ha parlato del futuro del figlio: ci sono più opzioni, non c’è ancora una decisione presa.

Tra i piloti MotoGP in scadenza di contratto e con un futuro da definire c’è anche Miguel Oliveira. Da settimane il suo nome viene accostato a più team, però non ci sono firme.

Miguel Oliveira (Ansa Foto)
Miguel Oliveira (Ansa Foto)

La KTM ha deciso di non confermarlo nel team factory e gli ha proposto di correre per la squadra satellite Tech3. Una scelta che ha deluso profondamente il pilota portoghese, che riteneva di meritare la conferma e che non vede di buon occhio una retrocessione nella struttura di Hervé Poncharal per la quale aveva già corso al debutto nella categoria.

Di conseguenza il suo management si è messo a cercare altre soluzioni. Ci sono stati contatti con diversi marchi e team. La sensazione è che vedremo ancora il rider lusitano in MotoGP l’anno prossimo, rimane da capire con quali colori e con quale moto.

MotoGP, quale futuro per Miguel Oliveira? Parla il padre Paulo

Paulo Oliveira è il padre di Miguel e ricopre anche il ruolo di manager. Intervistato da Speedweek, ha spiegato quale sia la situazione al momento: “Abbiamo parlato anche con Puig di Repsol Honda. Sto cercando soluzioni, è il mio lavoro. Io do suggerimenti, poi a decidere è lui”.

Si è parlato più volte di un possibile approdo nel team Gresini al posto di Enea Bastianini, che verrà promosso nel team factory Ducati oppure passerà in quello Pramac. Ma Oliveira senior fa intendere che l’accordo non sia vicino: “Le nostre trattative non sono andate così lontano, non credo che ci sia un problema di sponsor. Miguel non gareggia per soldi”.

I giochi sono aperti, Paulo conferma comunque che esiste una proposta di Aprilia per far correre il figlio nel team RNF: “Abbiamo diverse opzioni, niente è deciso. Non so se accetteremo la proposta di Aprilia”.

A sorpresa, esiste anche la possibilità che Oliveira alla fine rimanga in KTM con il team Tech3 nonostante la delusione iniziale per la scelta della casa di Mattighofen. Il padre spiega che non va escluso: “Pensavamo meritasse di restare nel team factory, andare in quello Tech3 è una discesa di livello e lui non può accettarlo. Ma stiamo ancora valutando questa opzione perché abbiamo ottimi rapporti con Pit Bierer e Stefan Pierer”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Per un posto nella squadra francese è in lizza anche Pol Espargarò, che non rimarrà nel team ufficiale Honda. Lo spagnolo è in trattativa e potrebbe firmare presto. Per Oliveira sembra più probabile un cambio di marchio. In Spagna davano per molto probabile il suo approdo nella formazione RNF Aprilia. Non rimane che attendere.