MotoGP, Oliveira lascia la KTM? Ecco chi lo aspetta

Al Sachsenring si potrebbe cominciare a smuovere il mercato piloti in MotoGP. Atteso l’annuncio di Oliveira, sostituito già in KTM da Miller.

Ormai manca poco per l’estate, ma il caldo già si fa sentire. E calda è anche la situazione del mercato piloti in MotoGP. Continuano le manovre per la prossima stagione, con solo alcuni team che per ora hanno confermato già la line-up per il 2023. Per il resto tutto è ancora in discussione e saranno proprio le prossime le settimane decisive per strappare un contratto. E a rischio sono diversi posti, con talenti della Moto2 che spingono per salire di categoria.

Miguel Oliveira (ANSA)
Miguel Oliveira (ANSA)

Ad oggi di certe ci sono solo le squadre Aprilia, Ducati ufficiale, Yamaha e KTM. Vinales ed Espargarò saranno ancora con la “nera” italiana, mentre Bagnaia aspetta di conoscere a breve il nome del nuovo compagno dopo il passaggio di Miller in KTM accanto a Binder, con Oliveira out. Tutto confermato anche in casa Yamaha con Quartararo e Morbidelli, mentre Marc Marquez sarà al via nel 2023 in Honda ufficiale, con Pol Espargarò invece dato in uscita. Per il resto però è ancora tutto poco chiaro. Fervono le trattative in ogni direzione, ma forse qualcosa sembra smuoversi.

Mercato piloti, Oliveira pronto al grande annuncio

Infatti nelle scorse ore è stata annunciata al Sachsenring una conferenza stampa da parte di Miguel Oliveira. E in contemporanea si muoverà in tal senso anche il team Gresini Ducati. Qualcosa vorrà pur dire o no? Sembra proprio di sì. Infatti il portoghese, dopo aver portato la KTM ai vertici, tenterà il grande salto sulla Rossa, che con ogni probabilità dovrà salutare Bastianini, diretto nel team ufficiale accanto a Bagnaia per un duo tutto tricolore.

Era chiaro che Oliveira sarebbe rimasto in MotoGP, ma non era ancora chiaro dove. L’ufficialità al suo posto di Miller aveva scatenato una ridda di voci, ma solo negli ultimi giorni è venuto a concretizzarsi l’accordo con Gresini. Classe ’95, Oliveira è in MotoGP dal 2019 dopo aver conquistato un 3° e un 2° posto in classifica generale in Moto2, oltre a un 2° posto in Moto3, sempre proprio con il marchio austriaco, che ha portato al successo nella classe regina per 4 volte in questi anni, l’ultima in Thailandia al secondo GP di questa stagione.

Con l’imminente annuncio di Oliveira al team Gresini, si dovrebbe cominciare piano piano a delineare nelle prossime settimane la griglia per il 2023. I pezzi del puzzle infatti dovrebbero cominciare ad incastrarsi proprio in estate, perché diversi team vogliono aspettare ancora alcuni GP per prendere una decisione definitiva. In ballo dalla Moto2 ci sono il nuovo talento emergente, Pedro Acosta, ma anche Raul Fernandez, che potrebbero approdare. Il primo in particolare potrebbe essere il sostituto di Pol Espargarò (diretto verso il team Tech 3 KTM) accanto a Marquez, anche se il posto in Honda è conteso anche da Joan Mir.

Tutto ancora da decidere anche per Alex Rins, che però i rumors vogliono vicino a un accordo per il team satellite Aprilia. Punto interrogativo su Andrea Dovizioso, mentre possibile la riconferma di Marini e Bezzecchi nel team Mooney. Ma è ancora tutto in divenire. L’estate ancora deve cominciare, ma il clima è caldissimo in MotoGP. E lo sarà ancor di più tra poco.